Il Codice della Strada potrebbe, nei prossimi mesi, subire cambiamenti radicali: sono due, infatti, le proposte – una della Lega e una del Movimento 5 Stelle – all'attenzione della commissione Trasporti della Camera, guidata dal leghista Morelli, che mirano a mutare le regole. Quella sull'innalzamento dei limiti di velocità in autostrada, infatti, non è l'unica idea al vaglio delle istituzioni; dall'abolizione delle tasse sulle auto storiche all'istituzione dei parcheggi rosa, passando per l'inasprimento sulle sanzioni per chi parcheggia sui posti riservati agli invalidi o sull'uso del cellulare alla guida, sono diverse le novità con le quali gli automobilisti italiani potrebbero trovarsi a fare i conti.

Parcheggi rosa e zone a traffico limitato tra le proposte del M5S

La proposta del Movimento 5 Stelle, firmata dal pentastellato Scagliusi, prevede come primo punto quello di istituire dei parcheggi "rosa", destinati alle donne in gravidanza o con figli di età non superiore ad un anno di vita, ma non solo. Tra le altre, infatti, ci sarebbe anche la possibilità di riservare parcheggi gratis nelle strisce blu per i veicoli destinati al trasporto di persone invalide e una stretta per contrastare il fenomeno della guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope, oltre al divieto di fumo alla guida "per evitare distrazioni da parte del guidatore". Prevista, inoltre, anche l'istituzione di Ztl con un limite di velocità uguale o inferiore a 30km/h per la circolazione delle biciclette anche in senso opposto a quello di marcia mentre potrebbero essere vietate le carrozze trainate da cavalli. Novità che riguardano non solo gli automobilisti, ma anche i Comuni che, qualora la proposta dovesse essere accettata, si troverebbero costretti a riportare i dati relativi alle sanzioni comminate durante l'anno pena la mancata partecipazione ai bandi per l'attuazione del Piano nazionale della sicurezza stradale.

Per la Lega sanzioni più dure per l'utilizzo del cellulare

Anche la Lega ha messo a punto il proprio piano per rivoluzionare il Codice della Strada. Oltre alle proposta sull'innalzamento dei limiti sulle autostrade a 150 km/h, che ha già scatenato polemiche con la ferma presa di posizione del Codacons, l'intenzione sarebbe quella di abolire le tasse per le auto e le moto storiche con l'obbligo di revisione per i veicoli ultraventennali ogni due anni e non più ogni quattro. Particolarmente importante, poi, è l'inasprimento delle sanzioni (condiviso con il M5S) per chi viene sorpreso a utilizzare il cellulare alla guida con multe che partirebbero da un minimo di 422 euro a un massimo di 1.697 – e non più da 161 fino a 647 euro – così come quelle destinate a chi sosta con la propria auto negli spazi riservati alle persone invalide che vedrebbe alzarsi la soglia minima da 161 euro fino a 647 euro, oltre al raddoppio della sanzione amministrativa pecuniaria per i recidivi sorpresi al volante di una vettura non coperta da assicurazione e sanzione amministrativa accessoria del fermo amministrativo del veicolo per quarantacinque giorni nonché la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente per sessanta giorni. Oltre a questo, però, ci sarebbe anche lo stop alla possibilità degli ausiliari del traffico di comminare multe mentre al di fuori dei centri abitati così come cadrebbe l'obbligo di usare le luci di posizione durante il giorno – escludendo però i veicoli a due ruote – per tutti i veicoli nei quali l'accensione dei proiettori anabbaglianti, comportando un indubbio aumento dell'energia necessaria richiesta al mezzo, determina un maggiore consumo di carburante, nonché un incremento del livello di emissioni inquinanti. Infine è possibile che si arrivi a una proroga della durata del foglio rosa di ulteriori tre mesi nel caso in cui le prove orali o pratiche non si sono potute svolgere per cause non ascrivibili all'aspirante. Proposte che dovranno essere discusse dalla commissione Trasporti della Camera e che potrebbero rivoluzionare il Codice della Strada.

Gli under 25 ammettono di scrivere Sms mentre guidano.
in foto: Gli under 25 ammettono di scrivere Sms mentre guidano.