Ferrari e Mercedes in pista – Getty images
in foto: Ferrari e Mercedes in pista – Getty images

Il Gran Premio di Monaco è appena andato in archivio, con la quarta vittoria stagionale di Lewis Hamilton, ma le scuderie sono già proiettate sulla prossima gara che si disputerà in Canada e che, almeno sulla carta, potrebbe essere la prima pista dove la Mercedes, dominatrice assoluta non solo di questo inizio di stagione, ma dell'intera era ibrida della Formula 1, potrebbe soffrire la velocità della Ferrari.

Mercedes avanti tutta con le soft

Un duello che, almeno a Montreal, potrebbe vedere le due rivali duellare ad armi pari con la possibilità di inserirsi nella lotta anche per la Red Bull, apparsa solida con Max Verstappen a Monaco e in ripresa anche con Pierre Gasly. Un ruolo fondamentale, in questo senso, lo giocheranno le gomme con le scuderie che hanno scelto differenti strategie proprio in vista dell'appuntamento canadese: come reso noto dalla Pirelli, infatti, la più aggressiva è stata proprio Mercedes che  ha scelto ben 8 treni di quella che è la mescola più soffice scelta dal costruttore milanese – la C5, equivalente alla Soft in questo weekend – accompagnata da un solo set di hard e 4 di medium per Hamilton mentre Bottas, avrà a disposizione 2 treni di hard e 3 di medium.

Ferrari e Red Bull più equilibrate

Leggermente più conservative, invece, le altre due pretendenti alla vittoria, ossia Ferrari e Red Bull. I piloti del Cavallino, visti anche i noti problemi a mandare in temperature le gomme, hanno preferito tenere in piedi più opzioni optando per 7 treni di soft, 5 di medium e uno solo di hard mentre sia Verstappen sia Gasly avranno a disposizione lo stesso numero di soft, ma una media in meno a vantaggio della hard. Chi, invece, tenterà il tutto per tutto sono Alfa Romeo Racing, McLaren e Force che hanno puntato forte sulla mescola più morbida per una strategia aggressiva sfruttando il potenziale degli pneumatici soft optando probabilmente per una gara a più soste.

7 treni d