Dopo 15 anni uno Schumacher torna sul gradino più alto del podio in Ungheria: nel 2004 era stato Michael a vincere con la Ferrari, stavolta è suo figlio Mick a guardare tutti dall'alto in basso dopo il primo successo in carriera nel mondiale di Formula 2. Un successo storico per il giovane tedesco del team Prema, ottenuto proprio con quello stile che rappresentava un marchio di fabbrica per suo padre: partenza dalla pole position, gestione della gara e successo.

Mick Schumacher – Getty images
in foto: Mick Schumacher – Getty images

Una gara condotta in testa dall'inizio alla fine, resistendo agli attacchi del più esperto Matsushita e gestendo alla perfezione le gomme che, strada facendo, andavano consumandosi sempre più. Ha impiegato 15 gare per trovare il primo successo nel mondiale che rappresenta l'anticamera della Formula 1, ma adesso che ha iniziato a vincere Mick Schumacher non vuole più fermarsi; la prima gioia, non a caso, è arrivata su una delle piste più care a suo padre e anche la prossima tappa rappresenta una tappa importante nella carriera sia del 7 volte campione del mondo sia nella sua.

È una sensazione grandiosa, è speciale vincere in Ungheria dove mio padre ha vinto 4 volte in carriera. Sono molto felice di aver vinto qui, stasera festeggerò con mia mamma, mia nonna, mia sorella e anche il suo ragazzo – ha dichiarato in conferenza stampa -. Ho dovuto gestire per tutta la gara una grande pressione, soprattutto nell'ultimo settore dovevo essere veloce per evitare attacchi in curva 1 da parte di Matsushita che poteva sfruttare il DRS, ma mi sentivo fiducioso fin dalle qualifiche. F1? Solo il tempo dirà quando sarò pronto. Magari tra un anno, magari tra due o tre. Oggi la prima vittoria è un passo importante ma non posso ancora dire quando sarò pronto per dare il salto di categoria.

Adesso la Formula 2, così come la Formula 1, andrà in vacanza per ricaricare le batterie e ripresentarsi pronta all'appuntamento di Spa-Francorchamps, proprio la pista dove suo padre Michael ottenne la sua prima vittoria in F1 e dove, l'anno scorso, Mick Schumacher riuscì a tagliare per primo il traguardo in F3 lanciando la sua rincorsa al titolo. "La prossima gara è Spa, una pista dove mi sento molto a mio agio e questa vittoria mi dà una carica speciale" ha concluso il tedesco che, adesso che ha assaporato il dolce gusto della vittoria, non vuole più smettere.