Manca ancora qualche settimana alla pubblicazione del calendario della stagione 2020 (in passato annunciato di solito alla vigilia del GP di Misano) ma il programma di gare della prossima stagione è praticamente già noto. Sono infatti diversi i circuiti che da qualche settimana hanno già aperto la vendita dei biglietti dei GP del 2020 e, negli ultimi giorni, anche Dorna, il promotore del campionato, ha inviato alle squadre della MotoGP una prima bozza del calendario 2020. Rispetto al 2019, il campionato del prossimo anno conterà 20 gare, una in più delle attuali 19, con l’ingresso del GP di Finlandia che, in ogni caso, non sarà la sola novità della stagione.

Come detto, manca ancora l’ufficialità, ma se tutto verrà confermato e non ci saranno cambiamenti dell’ultim’ora, i riflettori del campionato si accenderanno in Qatar, come ormai consuetudine, con la gara in notturna prevista per l’8 marzo, due settimane dopo l’ultimo test invernale della MotoGP, sempre sul circuito di Losail. Sarà poi la volta del GP di Thailandia, anticipato al 22 marzo, seguito dal GP delle Americhe ad Austin, che si disputerà il 5 aprile, e dal GP d’Argentina che si svolgerà il 19 aprile al Termas de Rio Hondo, dunque in ordine inverso rispetto a questa stagione.

Prima tappa europea come sempre a Jerez, GP di Spagna, il 3 maggio, quindi si andrà a Le Mans (17 maggio), Mugello (31 maggio) e Montmelò (7 giugno). Poi toccherà al Sachsenring ospitare il Circus del Mondiale, con il GP di Germania già confermato per il 21 giugno, una settimana prima del GP d’Olanda che si terrà ad Assen il 28 giugno. Da lì le squadre raggiungeranno il nuovo KymiRing per il GP di Finlandia che si disputerà il 12 luglio. I piloti torneranno in pista a Brno, per il GP della Repubblica Ceca, il 9 agosto, poi al Red Bull Ring per il GP d’Austria il 16 agosto, quindi a Silverstone (30 agosto) e a Misano (13 settembre). Slitta di una settimana il GP di Aragon, che prenderà il posto lasciato libero dalla Thailandia, il 4 ottobre, mentre rimarrà invariato il finale di stagione, con la tripletta Giappone, Australia e Malesia in rapida successione e la gara conclusiva prevista per metà novembre come sempre a Valencia.

La prima bozza del calendario MotoGP 2020
08 marzo: GP Qatar, Doha
22 marzo: GP Thailandia, Buriram
05 aprile: GP Americhe, Austin
19 aprile: GP Argentina, Termas de Rio Hondo
03 maggio: GP Spagna, Jerez
17 maggio: GP Francia, Le Mans
31 maggio: GP Italia, Mugello
07 giugno: Gp Catalunya, Barcellona
21 giugno: GP Germania, Sachsenring
28 giugno: GP Olanda, Assen
12 luglio: GP Finlandia, KymiRing
09 agosto: GP Rep. Ceca, Brno
16 agosto: GP Austria, Red Bull Ring
30 agosto: GP Gran Bretagna, Silverstone
13 settembre: GP San Marino, Misano
04 ottobre: GP ​​Aragona, Aragon
18 ottobre: ​​GP Giappone, Motegi
25 ottobre: GP Australia, ​​Phillip Island
01 novembre: GP Malesia, Sepang
15 novembre : GP Valencia, Valencia