Pol espargaro guadagna l’uscita dopo la caduta in curva 2 / MotoGP.com
in foto: Pol espargaro guadagna l’uscita dopo la caduta in curva 2 / MotoGP.com

Ancora guai per Pol Espargaro. Il pilota della KTM è caduto durante le libere 3 del Gp di Aragon e ha riportato la frattura della clavicola sinistra. Brutta tegola per il 27enne catalano che è finito a terra in curva 2 e, rapidamente in piedi, è apparso da subito dolorante. Gli accertamenti al centro medico del circuito hanno evidenziato la rottura della stessa clavicola già fratturata nella caduta rimediata nel warm up di Brno per cui era stato costretto a saltare il Gp della Repubblica Ceca oltre ai round al Red Bull Ring e a Silverstone.

Clavicola sinistra di nuovo fratturata, salta Aragon

A causa della nuova frattura, Espargaro è stato dichiarato unfit, per cui salterà il Gp di Aragon. Il dott. Michele Zasa, direttore sanitario della Clinica Mobile, ha chiarito che Espargaro dovrà essere operato per l’inserimento di una placca. Quanto ai tempi di recupero, Zasa ha spiegato che, in seguito all’intervento, Espargaro potrà comunque correre, per cui si potrebbe ipotizzare un suo rientro in Thailandia. “L’intervento è relativamente facile” le parole del direttore della Clinica Mobile a Sky Sport MotoGP. “Sarà operato oggi pomeriggio stesso a Barcellona, verrà inserita una placca e poi si aspetterà il recuperoI tempi sono quelli di una frattura ossea, per cui diversi mesi, ma nel momento in cui ci sarà una placca, una volta risolta l’infiammazione post-trauma e post-intervento, potrà comunque correre. Poi, una volta che l’osso sarà solidificato, si potrà valutare eventualmente se rimuovere la placca. Un rientro a Buriram? Dipenderà dal recupero post-chirurgico ma sono tempi ragionevoli”.