I fatti hanno dato ragione a Marc Marquez che, sul circuito di Aragon dove ieri ha mancato la pole, in gara è tornato a fare la voce grossa, centrando la quinta vittoria stagionale. Scattato dalla quinta casella dello schieramento di partenza, lo spagnolo della Honda ha ricucito rapidamente lo svantaggio, agganciando il gruppo di testa.

Marquez: "Mi giocavo vittoria e campionato"

Vittoria cruciale per il campionato, considerato che il primo rivale nel mondiale, Andrea Dovizioso, ha chiuso settimo al traguardo, scivolando a -16 punti dalla vetta. “Oggi è stata una bella domenica per noi, perché ci giocavamo non solo la vittoria ma anche il campionato. Abbiamo messo un piccolo margine perché restano ancora quattro gare in cui può succedere di tutto. Meglio però arrivarci con 16 punti di vantaggio che niente” ha analizzato Marquez ai microfoni di Sky Sport – “ La scelta gomme dura al posteriore per me era la scelta giusta ma all’anteriore non saprei, perché nelle curve a destra ho sofferto molto. Nelle curve 2 e 3 l’anteriore si chiudeva ma anche se avessi montato la media, avrei fatto fatica a sinistra. Per cui penso che abbiamo scelto il migliore compromesso”.

"Con Rossi ho rischiato il contatto"

Gara non senza qualche follia per Marquez che ha tentato l’azzardo di un doppio sorpasso su Valentino Rossi e Jorge Lorenzo: “All’inizio della gara non si sentivo al mio agio, il feeling sulla moto era zero, avevo quasi voglia di fermarmi al box. Ho provato a migliorare, con qualche scivolatina. Poi, quando ho sorpassato Valentino e Lorenzo, è stato un bel rischio. In quel momento ho detto ‘Facciamo reset’ e ho iniziato a guidare un po’ più pulito”.

Volevo superare Valentino, non tutti e due perché era rischioso. Ma la traiettoria naturale di Valentino si è chiusa un po’ e per non avere un contatto con lui, ho chiuso più all’interno, lasciando il freno. La velocità era tanta e ho visto che era troppo rischioso superare Lorenzo ho lasciato il freno e ho girato più tardi”.

Pedrosa: “Migliore gara di questa stagione”.

Soddisfazione a metà nelle parole di Dani Pedrosa, che come il compagno di squadra, scattava dalla seconda fila in griglia. Diversamente da Marquez che ha optato per gomma dura al posteriore, il veterano di Sabadell ha montato gomma media: “Avevamo il passo giusto per vincere, purtroppo la partenza non è stata bella e non sono riuscito subito a superare tra il primo e secondo gruppo si è creato velocemente distacco. Dietro Vinales ho provato a conservare gomma perché al posteriore ho scelto la media e sapevo che alla fine avrei avuto difficoltà. Per cui ho guidato soft ma Vinales staccava forte, è stato difficile cercare il sorpasso. Una volta passato ho visto che il mio ritmo era migliore e ho iniziato a spingere. È stata una bella rimonta, credo che questa sia stata la migliore gara di questa stagione, però purtroppo secondo alla fine. Contento per il weekend, abbiamo lavorato bene, peccato perché la strategia gomme ci ha penalizzato un po’”.