Per me, Dovizioso? È un campione, perché ha vinto tante gare in MotoGP. Gli manca il Mondiale ma negli ultimi anni è sempre riuscito a lottare con Marquez, è la seconda forza del campionato, è grande… ma ha ancora tanti anni per provare a vincere il Mondiale”. Valentino Rossi scherza dopo una gara che al Red Bull Ring di Spielberg ha dato di nuovo ragione alla Ducati e DesmoDovi, riuscito a battere Marc Marquez all’ultima curva dell’ultimo giro, secondo atto del duello andato in scena sul circuito austriaco due anni fa.

Rossi: Partendo decimo, è andata bene"

Valentino Rossi ha tagliato il traguardo in quarta posizione, autore di una buona partenza dalla quarta fila che gli ha permesso di raggiungere il gruppo in lotta per le posizioni di rincalzo. “Partendo decimo, è andata bene. Nelle prime curve avevo un buon grip, andavo forte e sono riuscito a venire su abbastanza veloce, è stata comunque una bella gara. Per il podio ero lì, ma quelli che avevo davanti andavano più forte, come Quartararo, erano  più veloci di me”.

Valentino Rossi, 40 anni, al box / Getty
in foto: Valentino Rossi, 40 anni, al box / Getty

Era da due o tre mesi che dicevo ‘A un certo punto mi toccherà andare in Austria’ invece siamo andati bene, abbiamo fatto un buono step. Purtroppo Marquez e Dovizioso erano più veloci, quindi c’è tanto da lavorare, ma stiamo lavorando nella direzione giusta“.

Durante il weekend, soprattutto da sabato mattina, abbiamo visto che eravamo competitivi più dell’anno scorso. Siamo riusciti a migliorare la moto in accelerazione e a livello di elettronica, avevamo quindi un passo costante, perché stressavamo meno la gomma di dietro. Per per quanto riguarda la velocità, fino a Valencia non cambia, ma come passo noi siamo quelli che siamo migliorati di più”.