MotoGP non stop. Il Motomondiale da Indianapolis si sposta per l’undicesimo round del calendario MotoGP 2014 a Brno, GP della Repubblica Ceca. Presenti alla conferenza del giovedì che ufficialmente apre il weekend su tracciato ceco, Marc Marquez (Honda HRC), Valentino Rossi (Yamaha Movistar), Jorge Lorenzo (Yamaha Movistar), Andrea Iannone (Pramac Ducati), Pol Espargaro (Yamaha Tech 3) Karel Abram (Cardion AB). Reduce dalla decima vittoria consecutiva da inizio stagione Marc Marquez è il primo a intervenire alla conferenza pre-evento dei piloti della MotoGP. “Mi sento bene dopo Indianapolis. Qui a Brno, il circuito è diverso. Siamo stati qui per i test tre settimane fa e la pista sarà certamente cambiata per il weekend mentre quello che è incerto è il meteo. Sappiamo da quale setting partire ma vedremo”.

Brno è un circuito che mi piace ma dove faccio un po’ fatica come Montmelò e Misano. Negli ultimi anni ho faticato di più di altri. So che la Yamaha sarà forte e cercheremo di fare del nostro meglio. La Yamaha a Indianapolis era più vicino a noi, credo che anche Valentino fosse vicino come Lorenzo. Mi aspetto che siano forti ma siamo pronti a lottare” spiega Marquez.

Valentino Rossi che a Brno raggiungerà il primato di Alex Barros in 500cc/MotoGP ha dei ricordato la sua prima vittoria e degli altri successi in MotoGP “Correre a Brno è sempre una grande emozione. Per me ci sono dei ricordi fantastici su questo circuito, in particolar modo la prima vittoria. In passato Brno è sempre stato uno dei miei circuiti preferiti. È una pista fantastica per la MotoGP su cui si può sfruttare tutto il potenziale. Questo weekend i mio obiettivo. Sarà migliorare – cercare di battere con Marc – ma sicuramene lottare con Dani e con Jorge”.

Sullo scorso weekend il pluricampione pesarese: “La gara di Indy la gara è stata una delle migliori. Soprattutto nei primi giri, una grande gara” sulla quale il teammate Jorge Lorenzo ha continuato: “Sono stato contento del secondo posto di Indianapolis perché finalmente abbiamo avuto un buon passo. Con una buona partenza e con delle linee più difensive saremmo potuti restare più vicino a Marc. Un’esperienza che ci servirà per il futuro. A Brno bisogna avere un’ottima velocità in curva. Arriviamo qui con molte motivazioni a ripetere una buona gara”.

Alla sua stagione di esordio in MotoGP, Pol Espargaro comincia a raccogliere i frutti del lavoro con il team Tech 3: “Sono contento del risultato di Indy anche se guardando i tempi su carta eravamo lontani da Marc. A Le Mans ad esempio eravamo più vicini. Sono contento del risultato in gara ma sento che possiamo migliorare e che sono migliorato dalle prime gare. La Yamaha qui dovrebbe avere una buona moto e cercherò di spingere per trovare una buona posizione in qualifica”.

Andrea Iannone, fresco di promozione nel team ufficiale, a Brno ricorda la sua vittoria su Marc Marquez in Moto2: “La vittoria con Marc a Brno è un’ottimo ricordo. Ho sfidato altre volte Marc nel 2011 ma di quella gara ho davvero un ottimo ricordo” ammette il pilota di Vasto che sui guai di Indianapolis ha raccontato: “A Indy avevo un nuovo motore e l’ho utilizzato nelle prime prove. In gara ne avevo uno nuovo e avevo una buona sensazione in pista ma dopo sei giri ho dovuto lasciare la gara perché un cilindro non andava più”.