Sembrano non esserci più dubbi sul misterioso comando a farfalla montato sulla piastra di sterzo delle Ducati GP19 di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci. Parliamo della chiave di regolazione fissata alla piastra superiore che si era già vista nei test invernali e sulla cui funzione sono nate diverse teorie.

A cosa serve la chiave sulla piastra di sterzo della Ducati

In Qatar, al termine della prima giornata di libere sul circuito di Losail, le telecamere della MotoGP hanno inquadrato il forlivese mentre azionava la chiave, poco prima di provare la partenza. Un comando che permetterebbe una regolazione meccanica delle sospensioni, attraverso un sistema in grado di tenere la moto schiacciata al posteriore, aumentando la trazione in partenza. Girando la leva, la parte posteriore verrebbe abbassata, spingendo la moto verso il basso e garantendo così maggior trazione e meno probabilità di impennare. Un sistema analogo a quello utilizzato per molti anni anche nel Motocross.

Non la sola novità portata al debutto alla prima stagionale dalla squadra di Borgo Panigale che ha omologato il nuovo profilo aerodinamico con tre diverse unità alari e promosso le appendici sulle ruote, mentre, per quanto riguarda il telaio, pare non abbia ancora trovato una soluzione definitiva. “Non abbiamo fatto passi da gigante ma abbiamo apportato delle migliorie, non delle rivoluzioni – ha spiegato il team manager Davide Tardozzi – Abbiamo provato un telaio a Sepang che non ha dato delle risposte giuste e che modificheremo e riproveremo nelle prossime gare. L’obiettivo in Qatar, dopo aver vinto lo scorso anno, non è che ripeterci. Quest’anno sarà più difficile ma siamo competitivi con tutti e due i piloti”.