Andrea Dovizioso / Ducati
in foto: Andrea Dovizioso / Ducati

Ancora poche ore e i riflettori di Losail si accenderanno sul primo round del 2019, il Gp di Qatar, la gara in notturna che da ormai quindici anni apre la stagione MotoGP. Per tutti, l’obiettivo sarà battere il binomio campione del mondo Marquez-Honda, in particolare per Andrea Dovizioso che in sella alla Ducati ha chiuso le ultime due stagioni da primo inseguitore del Fenomeno di Cervera. I test precampionato in Malesia e poi in Qatar hanno dato sensazioni assolutamente positive che il pilota forlivese è pronto a ritrovare nel weekend, una volta che anche i rivali avranno mostrato il loro reale livello di competitività.

Dovi: "Ci giochiamo le nostre carte dalla prima gara"

Reduce da un ottimo 2018 nel quale ha raccolto quattro vittorie e nove podi complessivi, DesmoDovi si appresta a cominciare la sua dodicesima stagione in MotoGP, la settima consecutiva con i colori di Borgo Panigale. “Saremo pronti a giocarci le nostre carte fin dal primo round – dice Dovizioso alla vigilia del weekend – . Abbiamo lavorato bene e con metodo nei mesi scorsi, sono fiducioso. I tempi dei test, soprattutto in Qatar, non sono stati molto significativi perché tanti piloti hanno lavorato principalmente in ottica gara. Da parte nostra abbiamo raccolto tanti dati interessanti e li abbiamo analizzati dettagliatamente per delineare la migliore strategia possibile per questa gara. Solo quando torneremo in pista capiremo a fondo il nostro livello di competitività ed il potenziale dei nostri rivali, ma ciò che conta è che le nostre sensazioni fin qui sono state molto positive”.

Danilo Petrucci / Ducati
in foto: Danilo Petrucci / Ducati

Petrucci: “Più pronto che mai alla battaglia”

Al suo fianco, Danilo Petrucci, promosso nella squadra ufficiale al posto di Jorge Lorenzo dopo quattro stagioni nel team Pramac, con le ultime due che lo hanno visto giocarsi la prima posizione in classifica tra i piloti indipendenti fino alle fasi finali della stagione: “Fin dalla prima uscita con il team ufficiale ho cercato di perfezionare ulteriormente il mio approccio, sia a livello mentale che fisico, per sfruttare al meglio questa opportunità – spiega Petrucci – . Ho fatto anche alcune piccole ma importanti modifiche al mio regime di allenamento ed alimentazione, e mi sento più pronto che mai alla battaglia. Sono soddisfatto di come sono andati i test e pronto a cominciare la nuova stagione. Siamo riusciti ad essere veloci in ogni sessione, ma fine alla conta solo la gara, che resta sempre una storia a sé. Abbiamo tanti avversari agguerriti, soprattutto su questa pista alla luce degli ultimi test: non sarà facile fare la differenza, ma penso che abbiamo delle buone carte da giocarci”.