Andrea Iannone / Instagram
in foto: Andrea Iannone / Instagram

Andrea Iannone ha saltato il terzo e ultimo giorno di test in Malesia, affaticato da una lunga cura di antibiotici che ha scatenato non pochi rumors nel paddock di Sepang. Una decisione presa di comune accordo con il team “a puro scopo precauzionale”  a causa di una presunta infezione dentale, anche se un settore della stampa ritiene che il pilota abruzzese si sia sottoposto a un intervento di chirurgia estetica alla bocca, collegando il tutto al fidanzamento con la ex Belen Rodriguez che in questi anni lo ha trascinato nel mondo del gossip e delle serate mondane.

Iannone fermato da una misteriosa infezione

Iannone, che con l’Aprilia può beneficiare di un regolamento più flessibile grazie alle concessioni riservate ai costruttori MotoGP, era arrivato in Malesia con l’intenzione di scendere in pista già nello shakedown riservato ai collaudatori ma, domenica scorsa, da parte della casa di Noale, era arrivato il primo annuncio che escludeva la partecipazione di Iannone al test. Regolarmente in sella nei primi due giorni riservati ai piloti titolari, il pilota di Vasto ha esordito con una caduta, riportando seri danni all’Aprilia, la sola moto a sua disposizione per i test, spiegando di sentirsi debilitato dagli antibiotici assunti nelle ultime due settimane. Venerdì la conferma della sostituzione con il collaudatore Bradley Smith. “Non sono in condizione, qui ci sono tante cose da provare e, con queste temperature, è dura anche se si è in piena forma. Meglio che a girare sia Bradley, c’è del materiale da sgrossare e non è il caso di rischiare così una caduta” ha spiegato.

"In Qatar spero di essere in piena forma"

Una situazione che tiene l’Aprilia sulle spine dopo che, nei due giorni di test, Iannone ha girato pochissimo, 36 giri al day-1 e 39 al day-2, chiudendo solo 21° a oltre 2 secondi di ritardo dallo strepitoso giro di Danilo Petrucci ma soprattutto a 1 secondo dal compagno di squadra, Alex Espargaro, settimo con la sua Aprilia a sette decimi dalla vetta. Iannone si è però detto soddisfatto della sua prima uscita con la RS-GP 2019. “Rispetto a Jerez sono già stati fatti dei cambiamenti secondo le mie richieste – le parole di Iannone a Gazzetta dello Sportnon me lo aspettavo in così poco tempo. Credo che l’Aprilia abbia un buon potenziale ma siamo consapevoli che c’è bisogno di tempo per arrivare a certi risultati”.

Riprenderemo il lavoro in Qatar, spero in piena forma, certamente con le idee ben più chiare” ha aggiunto Iannone, ora che l’arrivo dalla Ferrari di Massimo Rivola, il nuovo amministratore delegato sempre al box a Sepang, ha portato compiti più definiti nella squadra. “Bisogna cambiare un po’ l’approccio e il metodo di lavoro – ha ammesso il manager faentino – . Ho trovato una struttura molto competente e attrezzata. Il potenziale è grande, il gruppo Piaggio ha la possibilità di competere con chiunque anche a livello economico”.