L’incidente di TIto Rabat / Twitter
in foto: L’incidente di TIto Rabat / Twitter

Brutte notizie dai test di Barcellona della MotoGp. Inizia con un incidente la seconda giornata di test sul circuito catalano dopo che la pioggia di ieri ha rovinato i piani della maggior parte dei piloti, lasciando che a girare fossero solo i piloti dei team Suzuki, Aprilia e KTM team che godono di concessioni. Oggi, invece, il sole ha incoraggiato la maggior parte dei piloti a scendere in pista dalla prima ora di test per sfruttare al massimo la giornata.

Rabat in ospedale, la Ducati in fiamme

A metà mattinata i test sono stati interrotti dalla bandiera rossa esposta per la violenta caduta di Tito Rabat, all’ultima curva del circuito catalano, dove il tracciato ha recuperato il suo layout originale, con le ultime due curve veloci prima del traguardo, che hanno eliminato le modifiche introdotte dopo il tragico incidente di Luis Salom. Rabat ha perso l’anteriore della sua Ducati ed è finito a terra a grande velocità. Nella caduta la moto ha preso fuoco e i commissari hanno avuto bisogno di quattro estintori per spegnere le fiamme. Soccorso in pista, il pilota spagnolo è stato trasferito al Centro medico e poi trasportato in ambulanza all’ospedale Quiron Dexes di Barcellona. Rabat è sempre rimasto cosciente, ma si teme una possibile frattura al braccio sinistro. Dopo i soccorsi, la giornata di test è regolarmente ripresa.