La Honda non ha ancora diffuso alcun comunicato ufficiale sulle condizioni di Jorge Lorenzo ma sembrano ormai esserci pochi dubbi sul perché, nel pomeriggio di sabato 19 gennaio, il maiorchino si è recato al pronto soccorso della clinica Pederzoli di Peschiera del Garda, in provincia di Verona. Come anticipato dal Corriere del Veneto, l’ex pilota e neo acquisto della Honda lamentava un dolore alla mano ed è stato accompagnato in ospedale da due persone, una donna e un uomo, che secondo lo stesso quotidiano si sarebbero trincerati dietro a un “non siamo autorizzati a dire nulla”. Dall’ospedale, che il cinque volte iridato ha lasciato dopo un paio due ore, non è trapelato nulla sugli accertamenti svolti. Un giallo che riguarda anche la causa del suo accesso al pronto soccorso, se per aver subito un lieve incidente o se per altro motivo. Il quotidiano l’Arena ha però riportato che il possibile motivo del ricovero sarebbe un problema che Lorenzo si sarebbe procurato durante un’escursione nel parco naturale della Lessinia.

Ezpeleta: "Si è rotto lo scafoide"

A fare luce sulla situazione è stato Carmelo Ezpeleta, il ceo di Dorna Sport, che questa mattina era a Coriano, esattamente a Sant’Andrea in Besanigo, per il taglio del nastro di Casa Marco Simoncelli, il centro per disabili che è stato inaugurato nel giorno del 32° compleanno del Sic. In attesa della cerimonia, i tanti addetti ai lavori presenti si sono confrontati sulle notizie relative allo stato di salute ed Ezpeleta si è sbilanciato, rivelando che il maiorchino ha riportato una sospetta lesione allo scafoide della mano sinistra.

Oggi ho avuto la notizia, penso che si sia rotto lo scafoide, ma non ho ancora parlato con loro (la Honda, ndr) – le parole di Ezpeleta come riportate da Sky Sport. “Nel motociclismo, l’aspetto più importante del mondiale sono i piloti e ovviamente ogni cambiamento, in particolare al livello di Jorge, vuol dire curiosità da parte della gente”.  Le ultime notizie, però, parlano di “infrazione (incrinatura) allo scafoide – confermata dal fisioterapista – con la mano sinistra che è stata immobilizzata” è la precisazione data dal sito italiano.

Ulteriori informazioni arrivano dal britannico Crash.net che è riuscito a mettersi in contatto con un portavoce di Repsol Honda. “Lorenzo è stato in ospedale e più tardi verranno rilasciati ulteriori dettagli”. Attualmente Lorenzo sarebbe in viaggio per la Spagna, su un volo diretto a Barcellona, dove nella giornata di lunedì si sottoporrà a ulteriori controlli medici. Non è chiaro se il nuovo problema sia in qualche modo legato all’intervento al polso sinistro al quale si è sottoposto dopo l’infortunio rimediato nell’incidente in Thailandia. L’operazione, che era stata condotta dal dott. Xavier Mir presso la clinica universitaria Dexeus di Barcellona, si era resa necessaria per una lesione al legamento scafolunato.

In ogni caso, mercoledì 23 gennaio, il cinque volte campione del mondo sarà a Madrid alla presentazione ufficiale del team Repsol Honda e delle nuove moto con cui, insieme al nuovo compagno di squadra Marc Marquez, affronterà il campionato del mondo MotoGP 2019. Per il maiorchino si tratterà del primo evento ufficiale da pilota HRC prima di partire alla volta della Malesia e raggiungere il circuito di Sepang dove dal 6 all’8 febbraio si terrà la prima sessione di test precampionato. Collaudi che, considerata la nuova situazione, potrebbero non essere scontati visto che Jorge dovrà dunque attendere di capire se i medici escluderanno o meno eventuali complicazioni legate al problema alla mano.