Jorge Lorenzo all’uscita del Centro Medico / MotoGp
in foto: Jorge Lorenzo all’uscita del Centro Medico / MotoGp

Un brutto highside, alla curva 6 del circuito di Losail, che avrebbe potuto avere ripercussioni ben diverse: i primi accertamenti svolti al Centro medico hanno escluso particolari conseguenze per Jorge Lorenzo, protagonista di una terribile caduta nei primi minuti delle libere 3 del Gp del Qatar.

Le condizioni dopo la caduta in Qatar

Rimasto raggomitolato a terra per alcuni istanti, il pilota Honda ha lamentato forti dolori alla parte alta della spalla e difficoltà a respirare, per cui ha deciso di recarsi prima in Clinica Mobile e poi al Centro medico per gli accertamenti del caso. Dopo la visita, durata circa 20 minuti, l’addetto stampa Honda ha fatto sapere che Lorenzo “non ha riportato particolari lesioni ma stiamo valutando se tornerà o meno in pista nella giornata di oggi”.

Jorge ha avuto una dinamica d’impatto piuttosto importante – ha detto il responsabile della Clinica mobile, il dott. Michele Zasa che a Sky Sport ha fatto il punto sulle condizioni di Lorenzo. “È arrivato in Clinica mobile piuttosto dolorante. Portato al Centro medico si lamentava in particolare di un dolore dorsale, ha fatto delle radiografie. Al di là del dolore non sono emerse fratture. La diagnosi è una contusione dorsale, per cui adesso farà terapia antidolorifica e trattamenti fisioterapici. Se potrà tornare in pista? Dipenderà dal dolore, l’idea che voglia tornare in moto, adesso vedremo come andrà nelle prossime ore”.

Anche il dott. Angel Charte, responsabile medico della MotoGP, ha dato il suo referto ai microfoni di Dazn. “Jorge sta bene, ha avuto un trauma di forte intensità e una forte contusione dorsale. All’inizio abbiamo pensato che potesse essere qualcosa di grave, ma gli esami radiologici hanno escluso fratture. Abbiamo controllato anche il polso sinistro e non si sono lesioni”.