Marc Marquez, 26 anni / HRC
in foto: Marc Marquez, 26 anni / HRC

Dopo aver conquistato un importante secondo posto ad Assen, Marc Marquez è pronto a sbarcare in Germania, al Sachsenring, uno dei circuiti preferiti dallo spagnolo. Dal suo arrivo in MotoGP, nel 2013, Marquez ha vinto tutte le sei gare disputate sull’Anello di Sassonia, scattando sempre dalla pole. Risultati che lo rendono grande favorito del weekend senza considerare le quattro vittorie e altri tre secondi posti raccolti da inizio stagione. Dalla gara inaugurale in Qatar, il campione della Honda è rimasto fuori dal podio soltanto ad Austin, un’altra delle sue piste record. Una gara sfortunata, alla quale è lui stesso a fare riferimento quando si tratta di rispondere a chi dice che al Sachsenring sarà ancora una volta il grande dominatore del weekend.

Marquez: "Io favorito? Dicevano la stessa cosa ad Austin"

Marquez arriva in Germania con un vantaggio di 44 punti sul primo inseguitore, il ducatista Andrea Dovizioso, e 88 su Valentino Rossi. Come il Dottore, anche Maverick Vinales, vincitore della gara di Assen con l'altra Yamaha ufficiale, non rappresenta un pericolo per il campione di Cervera con 95 punti di ritardo. “In Olanda abbiamo trascorso un buon fine settimana e sono molto motivato perché correremo su una delle mie piste preferite. Naturalmente – ammette Marquez – qui ho vinto tanto ma i risultati del passato non hanno molto significato una volta che sarà venerdì e saremo tornati in pista. Affronteremo il weekend come abbiamo sempre fatto, continuando a lavorare per restare avanti”.

È la prima back to back del campionato e non vedo l’ora di tornare in pista – ha aggiunto lo spagnolo che in Germania dividerà il box con Stefan Bradl, il collaudatore della Honda che sostituirà l’infortunato Jorge Lorenzo al Sachsenring. In ogni caso per Marquez il fine settimana rappresenterà un facile scivolo verso la pausa estiva, uno stop che anche quest'anno è già sicuro affronterà da leader indiscusso del Mondiale. “Tutti dicono che sono il grande favorito del weekend perché ho vinto negli ultimi anni, ma questo sport è imprevedibile. Dicevano la stessa cosa ad Austin e invece sono caduto. Quindi affronteremo il fine settimana come un normale fine weekend di gara” ha concluso.