Era il 25 giugno 2017 quando Valentino Rossi, in sella alla Yamaha, tagliava per primo il traguardo del GP d'Olanda della classe MotoGP portando così a casa l'ultima vittoria – almeno per il momento – della sua carriera. Il Dottore, in questo weekend, proverà di nuovo a salire sul gradino più alto del podio proprio sfruttando le caratteristiche della pista olandese anche se la concorrenza, con Marc Marquez e Andrea Dovizioso su tutti, si annuncia più agguerrita che mai.

Marquez grande favorito, Rossi primo degli antagonisti

In due anni ne sono cambiate molte di cose nella classe regina del motociclismo: Marquez ha portato a casa due mondiali, Jorge Lorenzo si è trasferito in Honda proprio al fianco del suo connazionale e la Ducati ha scelto Danilo Petrucci per sostituirlo. La costante, però, rimane Valentino Rossi che, nonostante il digiuno di vittorie, sembra godere ancora del favore dei bookmakers: un suo successo, infatti, è pagato dalla Snai 6 volte la posta scommessa, la stessa quota riservata ad Andrea Dovizioso e Alex Rins. Sono loro, quindi, i rivali più accreditati per togliere la vittoria dalla mani di Marc Marquez, grande favorito in questo round della MotoGP tanto che una sua eventuale affermazione è pagata "appena" 2,25.

Marc Marquez – Getty Images
in foto: Marc Marquez – Getty Images

Per i bookmakers l'ottavo titolo dello spagnolo è praticamente certo

Ancora meno avvincente, secondo i bookmakers, la lotta per la conquista del titolo: l‘errore di Jorge Lorenzo, che nell'ultimo round disputato in Spagna ha fatto strike estromettendo Rossi, Dovizioso e Vinales dalla lotta per la vittoria, ha indirizzato certamente il mondiale permettendo al suo compagno di squadra Marquez di scappare portando a 37 punti il vantaggio su Dovizioso. La conquista dell'ottavo titolo in carriera da parte dello spagnolo è data a 1,05, un evento praticamente certo nel gergo degli scommettitori. Per chi ama il rischio sarebbe meglio puntare, nonostante le scarse possibilità di successo, sui suoi antagonisti con la rimonta di Andrea Dovizioso pagata  7,50 volte l'importo giocato mentre quella di Alex Rins (terzo, a meno 39 punti) permetterebbe di intascare una vincita 15 volte superiore all'importo scommesso.