Marc Marquez riparte dal miglior tempo nel primo giorno di test MotoGP a Sepang nonostante un caldo infernale ma soprattutto la spalla operata lo scorso 4 dicembre che, nella seconda parte della giornata, ha preferito non forzare, chiudendo in anticipo il day-1 sul circuito malese. “Sono contento perché sono tornato a girare in moto, però onestamente, dall'altro lato, speravo di sentirmi meglio” ha detto Marquez a fine giornata. “Mi manca forza, ho molto lavoro da fare e per questo speravo di essere più pronto. Mi manca forza specialmente in frenata e nei cambi di direzione da sinistra a destra. Per fortuna soffro solo nelle curve a sinistra” le parole dello spagnolo come riportate da Motorsport.

Marquez: “Pensavo meglio, faccio fatica”

Sto bene per fare due giri ma non posso fare come faccio di solito. Devo guidare diversamente, devo essere più morbido. Fondamentalmente freno prima. Ecco perché devo essere bravo a non confondermi. Io non freno in quelle posizioni ed entro molto più aggressivo nelle curve”. Per i test in Malesia la Honda ha portato due diverse moto, la versione provata nei test di Valencia e di Jerez e “una con un’evoluzione di telaio e di motore” ha spiegato Marquez che, anche se non al 100% della forma fisica, riparte da una “buona base” per la sua RC213V. “Sono contento perché con la moto nuova siamo già all'altezza dello scorso anno, ma soprattutto perché quest’anno abbiamo iniziato meglio rispetto allo scorso anno e questo rende le cose più facili”.

Riguardo l’operazione, Marquez ha confessato che gli ultimi test di Valencia hanno “complicato” la situazione della spalla. “Inizialmente l’operazione sarebbe dovuta durare un'ora e mezza, invece è durata 4 ore. Sarebbe stato impossibile iniziare la stagione senza l'operazione, perché arrivati in autunno la mia spalla sarebbe stata fuori uso”. Infine, sul programma di lavoro che dovrà compensare anche l’assenza del compagno di squadra Jorge Lorenzo, ha concluso: “Stiamo provando alcune cose, ma la lista è molto lunga. Vedremo come mi alzerò domani. Sarà importante riuscire a gestire il fisico ma per ora non potrò fare nulla di fisioterapia”.