GP d’Italia da dimenticare in fretta per Valentino Rossi, finito nella ghiaia all’ottavo giro, peggior Mugello di sempre per il pesarese in termini di difficoltà. Valentino ha sofferto già nelle prove, senza mai riuscire ad avvicinarsi alla top ten durante il weekend. 18° in qualifica, il Dottore stava provando una disperata rimonta ma, dopo un contatto con Joan Mir, si era ritrovato ultimo in gara. Poi la caduta, che ha messo fine a ogni speranza di recupero.

Meda: "Mai visto Rossi così in difficoltà"

Ad analizzare le ragioni di così tante difficoltà, il telecronista di Sky Guido Meda, che ha commentato il disastroso weekend di Rossi al Mugello. “Credo di non aver mai visto Rossi così in difficoltà con la sua moto, oggettivamente… Beh, il periodo in Ducati non è stato una passeggiata di salute, ma questa volta è più pesante perché tra le mani ha la sua Yamaha, fa più sensazione” l’ammissione del giornalista milanese. “Se non avesse fatto quell’errore in FP3 sarebbe passato in Q2 e sarebbe partito più avanti, e magari avrebbe fatto una gara normale. Ma questo non è successo, e la risultante è il peggior Mugello della carriera di Rossi in termini di difficoltà dal venerdì alla domenica. Non ne farei un caso, non userei la parola crisi nel momento in cui Rossi è 5° in classifica e fino al Mugello era 4° dopo aver fatto delle bellissime gare”.

Valentino Rossi, Getty
in foto: Valentino Rossi, Getty

Di sicuro questa gara metterà la Yamaha nella condizione di dover pensare ancora più approfonditamente alla sua moto che, a mio avviso resta una moto vecchia e poco evoluta” aggiunge Meda, convinto che sia “facile e ingiusto dire stavolta che Rossi è vecchio, mentre sembra più palese che di vecchio ci sia la sua Yamaha”.