Qualifiche a metà per la Yamaha, con Maverick Vinales in prima fila e Valentino Rossi due più indietro sulla griglia di partenza di Misano. In un sabato dominato dal poleman Jorge Lorenzo, le M1 hanno però mostrato un buon passo, un ritmo vicino a quello delle Ducati apparse da subito velocissime e costanti sul circuito romagnolo. Rossi ha invece fatto i conti con un venerdì complicato, riuscendo a trovare la quadra solo nelle libere 4. In qualifica, invece, ha chiuso con il settimo tempo a meno di un decimo dal compagno di squadra. “Non sono molto soddisfatto perché non ho fatto il giro che serviva per la prima fila. Ho fatto qualche errore e partire in terza fila non sarà facile. Bisognerà gestire un po’ le gomme perché altrimenti iniziano a scivolare tanto” ha detto il Dottore ai microfoni di Sky Sport. “È anche vero che tutti quelli che sono lì davanti hanno un passo molto simile. Ma sono abbastanza veloce anch’io. Ho trovato un buon bilanciamento della moto e nelle Fp4 sono sempre stato forte, siamo molto attaccati. Lorenzo in pole? Qui va molto forte, quello che fa le gare sprint di solito è lui, quindi può provare a fuggire”.

Valentino Rossi al box Yamaha  / Getty Images
in foto: Valentino Rossi al box Yamaha  / Getty Images

Vinales: “Cambiare l’elettronica mi ha aiutato”

Sembra invece aver ritrovato il feeling delle prima gare con la Yamaha Maverick Vinales, in particolare dopo i test delle ultime settimane e le buone sensazioni avute anche a Silverstone. “È stata una qualifica molo difficile ma siamo tutti molto vicini ha detto il ‘Top Gun catalano. “Sono andato più forte dei test e, secondo me, c’era un grip della pista peggiore. Se domani rimarrà così, per la gara abbiamo una buona opportunità”. Quando poi gli è stato chiedo del ritrovato feeling con la Yamaha ha aggiunto: “Per me è un miglioramento della moto, sono andato più forte del test e secondo me il grip della pista è peggio, quindi. Cambiare l’elettronica mi ha aiutato tanto, adesso la moto sembra avere più trazione e posso guidare più come più mi piace. Penso di avere un passo molto simile a quello di Lorenzo, quando abbiamo provato con la gomma media, abbiamo fatto 1’32 di passo e credo di poter mantenere questo ritmo qualche giro in più. Abbiamo un bel passo, dobbiamo partire forte e non guardarci dietro”.