Valentino Rossi / Getty Images
in foto: Valentino Rossi / Getty Images

La giornata di test a Brno è sembrata ristabilire le gerarchie in MotoGP. A riportare la Honda davanti a tutti ci ha pensato Marc Marquez che, dopo essere stato relegato sul gradino più basso del podio ceco dalle Ducati, è stato il più veloce del lunedì. Valentino Rossi, invece, ha chiuso i test con il settimo tempo, pagando un ritardo di 7 decimi dal riferimento. Per il pesarese, che a nel lunedì di Brno si è ritrovato da solo al box per l’assenza di Maverick Vinales (precauzionalmente a riposo dopo la botta alla spalla rimediata nell’incidente in gara), la Yamaha ha messo a disposizione alcuni aggiornamenti che potrebbero indirizzare lo sviluppo nella giusta direzione ma che, a quanto pare, non potranno essere utilizzate da subito in pista.

Rossi: “In Austria sarà la stessa situazione”

Pur provando a guardare il bicchiere mezzo pieno, Rossi non è infatti convinto che si tratti di soluzioni che non faranno la differenza al Red Bull Ring dove si tornerà in pista questo weekend per il Gp d’Austria. “È stato un buon test, perché avevamo condizioni molto calde, simili a quelle che avevamo durante il weekend del GP, quindi abbiamo potuto provare qualcos’altro” ha detto il Dottore a fine giornata. “Abbiamo lavorato sull’accelerazione al primo tocco del gas e anche sul tentativo di salvare le gomme durante le gare. Abbiamo provato diversi particolari e abbiamo scoperto che alcune cose erano buone, ma dobbiamo metterle tutte insieme. Purtroppo non siamo riusciti a migliorare le prestazioni di ieri, quindi penso che per l’Austria la situazione sarà la stessa”. Valentino si è poi soffermato sul nuovo pneumatico portato da Michelin per i test, un’anteriore a mescola media che non lo ha convinto: “Sinceramente non mi è piaciuto molto. Abbiamo lavorato duramente sulla tenuta delle gomme, ma abbiamo avuto una piccola innovazione per aiutarci con l’accelerazione. Abbiamo trovato qualcosa di positivo, ma in Austria non saremo ancora in grado di usarlo. Abbiamo bisogno di più tempo”. Infine, sull’assenza di Vinales ha concluso: “Per me questo non ha cambiato nulla, ho seguito lo stesso programma di test. Mi dispiace per lui. Spero che stia bene, perché la prossima gara sarà questa settimana”.