In questi giorni Valentino Rossi è impegnato al Monza Rally Show, la sfida sulle quattro ruote che il Dottore ha vinto cinque volte (2006, 2007, 2012, 2015 e 2016) ma prima di raggiungere l’Autodromo Nazionale di Monza il pesarese ha fatto tappa a Milano e raggiunto gli studi di Radio Deejay dove, in una chiacchierata con Linus e Nicola Savino, è tornato sull’aggressività del pilota del team Tech3 Johann Zarco. “È come Verstappen, entrambi non frenano mai“ ha detto, paragonando lo stile di guida del transalpino a quello del pilota della Red Bull, oltre a fare un bilancio della stagione e scherzare sul suo futuro nell’automobilismo magari con Fernando Alonso, fidanzato da ormai oltre un anno con la sua ex Linda Morselli.

in foto: Valentino Rossi / LaPresse

"Marquez? Anche lui mi ricorda Verstappen"

Frecciatine scoccate con quel pizzico di immancabile ironia che hanno fatto centro anche dopo la prima tappa del Monza Rally Show. Nell’incontro con la stampa dopo le prime due speciali, i giornalisti sono infatti tornati sul paragone tra piloti di MotoGP e Formula 1 e, il campione di Tavullia, stando al gioco, ha ampliato il confronto quando gli è stato chiesto quale pilota del Circus gli ricordasse il neo campione MotoGP Marc Marquez. “A che pilota di F1 paragonerei Marquez? Sinceramente non saprei, direi Verstappen anche a lui!” scherza Rossi che, parlando di rally e di moto, ha analizzato anche dei recenti test Yamaha di Sepang. “Sono andati piuttosto bene, siamo riusciti a girare sua sull’asciutto che sul bagnato, è stato un test utile. Non avevamo grosse novità ma ho comunque provato un nuovo motore che mi ha dato fiducia”. Infine, sull’eliminazione dell’Italia dai mondiali di calcio ha concluso: “È senza dubbio un peccato l’assenza dell’Italia, quest’estate non tiferò per nessuna squadra”.