Periodo nero per Valentino Rossi, reduce da tre cadute in tre gare, Mugello, Barcellona e Assen che, per motivi diversi, lo stanno tenendo lontano dalla corsa al titolo iridato. Terzo zero di fila, come non gli accadeva dal 2011, il suo primo anno in Ducati, su circuiti dove in passato aveva fatto la differenza. Valentino spera di lasciarsi tutto alle spalle nella gara di domenica al Sachsenring, prima back to back stagionale e ultima tappa prima della pausa estiva del Mondiale.

Rossi: "Momento non buono"

Il pesarese arriva in Germania con 88 punti di ritardo da Marc Marquez, il doppio di quelli che separano Andrea Dovizioso dallo spagnolo leader del campionato. “Non è un momento positivo per noi – ha ammesso Valentino – . La gara di Assen è stata un peccato perché dopo il warm up mi sentivo bene, ero veloce, e invece ho chiuso con un altro zero. La cosa buona è che ora andiamo direttamente al Sachsenring e possiamo iniziare a lavorare subito a un altro weekend”. Per Rossi sarà importante voltare pagina e ripartire dalle buone sensazioni avute in Olanda. “Sarà importante capire se i cambiamenti fatti prima della gara di domenica scorsa saranno positivi anche al Sachsenring” .

Valentino Rossi / Getty
in foto: Valentino Rossi / Getty

Al Sachsenring, circuito dove Marc Marquez è imbattuto dal 2013, Valentino Rossi ha conquistato quattro vittorie in MotoGP (2002, 2005, 2006 e 2009), salendo altre otto volte sul podio, l’ultima lo scorso anno, 2° davanti al compagno di squadra. “Cercheremo di essere competitivi fin da venerdì – promette il pesarese. Pensiero condiviso da Maverick Vinales, fresco vincitore della gara olandese. “La vittoria di Assen è arrivata nel momento in cui ne avevamo più bisogno e ci ha dato la sicurezza e la forza di lavorare intensamente – dice lo spagnolo che ha regalato il primo successo stagionale alla Yamaha – . Arriviamo al Sachsenring con un alto livello di concentrazione e la voglia di dimostrare che quanto accaduto ad Assen non è una coincidenza, ma il risultato di un duro lavoro. Il Sachsenring è una buona pista per la Yamaha, dove di solito sono veloce. Credo che abbiamo il potenziale per salire sul podio”.