Valentino Rossi / Getty Images
in foto: Valentino Rossi / Getty Images

Ultima gara del trittico e penultimo appuntamento stagionale per la MotoGP che sbarca a Sepang per il GP di Malesia con il titolo piloti già nelle mani di Marc Marquez ma nel vivo della lotta per la corona di vice tra Andrea Dovizioso, secondo in campionato a 210 punti, e Valentino Rossi, terzo a 15 lunghezze dal pilota Ducati.

Rossi: "Persi punti, a Sepang importante fare bene"

Purtroppo in Australia abbiamo perso punti importanti in campionato e sono molto deluso” spiega Rossi, sesto a Phillip Island diversamente dal suo compagno di squadra, Maverick Vinales, che ha invece vinto il Gran Premio, spezzando il digiuno Yamaha che durava da 27 gare. “Sono contento per Maverick e la Yamaha” dice Valentino, determinato a trovare un buon risultato su un circuito dove in top class ha conquistato sei vittorie (2001, 2003, 2004, 2006, 2008 e 2010) e altri sei podi (secondo nel 2002, 2005, 2014 e 2016, e terzo nel 2009 e 2015) ma lo scorso anno non è andato oltre il settimo posto, non riuscendo a trovare un buon feeling sulle condizioni di bagnato in cui si è svolta la gara della passata stagione. “Ora dobbiamo concentrarci sulla terza e ultima gara oltreoceano, sarà importante fare un buon fine settimana e continuare a lavorare sodo per essere competitivi ad ogni gara – promette il campione di Tavullia – Sepang non è una delle nostre piste preferite, ma cercheremo sempre di fare del nostro meglio per ottenere i migliori risultati possibili”.

Vinales: "Possiamo vincere ancora

Dall’altra parte del box, Maverick Vinales è pronto a mantenere lo slancio trovato domenica scorsa in Australia: “Dopo la vittoria, sinceramente, sono molto felice. Il team ha lavorato duramente per superare la crisi che stavamo attraversando – ha detto il ‘Top Gun’ catalano che con i 25 punti conquistati a Phillip Island ha ridotto a 15 punti il suo ritardo da Rossi in campionato. “Mi sento a mio agio e ho ritrovato fiducia, ma dobbiamo pensare alla gara di Sepang, un circuito con condizioni climatiche molto diverse da quelle di Phillip Island e del Giappone, dove fa sempre molto caldo e questo rende la gara molto impegnativa dal punto di vista fisico. Credo che abbiamo fatto un importante passo in avanti e siamo molto motivati. Siamo sulla strada giusta e, se continueremo così, speriamo di finire la stagione con più vittorie”.