Il costruttore di fuoristrada per antonomasia si presenta sul mercato con un modello completamente fuori dagli schemi. Mentre il mercato auto continua a confermare la forte crescita del segmento SUV, i grandi marchi migliorano questo tipo di vettura puntando a nuovi contenuti in chiave sportiva. Jeep non è da meno e presenta ufficialmente la Grand Cherokee nell'esclusiva variante variante TrackHawk. L'anteprima ufficiale avverrà durante il Salone di New York (14-23 aprile 2017).

in foto: Jeep Grand Cherokee TrackHawk.

Il SUV americano riceve un clamoroso upgrade che punta tutto sulla potenza estrema. Sotto al cofano trova posto un cattivissimo motore V8 ereditato dalla Dodge Challenger Hellcat. Il propulsore è un HEMI 6.2 litri abbinato ad un ampio compressore volumetrico. La potenza tocca quota 717 CV mentre la coppia massima cresce fino a 874 Nm. Il cambio automatico a 8 rapporti TorqueFlite gestisce il motore in base al programma di guida scelto col selettore di marcia Select-Track. Il telaio è stato migliorato adottando ammortizzatori adattivi Bilstein. L'ingente dose di cavalli rende la Jeep Grand Cherokee Trailhawk il SUV più veloce del mondo: lo scatto 0-100 Km/h avviene in circa 3 secondi e mezzo, riuscendo a fare meglio anche della Bentley Bentayga; la velocità massima è di 290 Km/h. Gli esterni sono caratterizzati da un pacchetto aerodinamico specifico, in aggiunta a differenti dettagli in fibra di carbonio. Le ruote raggiungono la taglia di 20 pollici. Il peso è poco superiore a 2.400 Kg e per arrestare una tale massa è stato studiato un impianto frenante Brembo con dischi da 40 e 38 cm capaci di fermare la TrailHawk da 100 Km/h in meno di 35 metri. L'abitacolo viene dotato del sistema di infotainment Uconnect con la grafica Performance Pages, che mostra al pilota informazioni aggiuntive per monitorare ogni aspetto della vettura.