Herve Poncharal / Getty Images
in foto: Herve Poncharal / Getty Images

Il divorzio tra Tech3 e Yamaha dopo vent’anni di solida collaborazione continua a far parlare. Dietro alla decisione di chiudere a fine 2018 la partnership con la casa di Iwata ci sono tanti interrogativi, a partire dal nome del costruttore che dalla prossima stagione fornirà la squadra francese fino a quello della nuova struttura sportiva che gestirà le due M1 satellite. Tra le diverse ipotesi, tra le più accreditate c’è certamente quella che Tech3 diventi il team satellite di KTM. Un accordo che Herve Poncharal, fondatore e numero uno di Tech3, per adesso non voluto confermare anche se, evidentemente, gli inizi sembrano portare tutti al costruttore austriaco: “Quando hai davanti una nuova sfida, con persone più aperte a discutere di ciò che vogliamo, quello che ci serve e impegnarsi con te a medio termine, allora le cose cambiano” ha detto in un’intervista rilasciata a Radio Marca poche ore dopo l’annuncio del divorzio con la Yamaha, criticando velatamente la casa giapponese: “Ho sempre lottato per avere la stessa moto del team ufficiale. Si dispone di ulteriori informazioni e si può crescere meglio e più velocemente, so che Valentino e Maverick lotteranno per la vittoria in Qatar”.

"Fino a quando Rossi corre, non avrà un team in MotoGP"

Con Valentino Rossi in aria di rinnovo, a lasciare la Yamaha sarà anche Johann Zarco. Il giovane francese “Merita una moto ufficiale, sogna di arrivare in un team ufficiale ma sappiano che adesso non è possibile. Però ci sono altri costruttori” prosegue Poncharal che ha dato qualche indizio sul nuovo team targato VR46 a completamento dell’impegno già intrapreso dal Dottore con lo Sky Racing in Moto3 e Moto2. “Valentino vuole continuare a correre ancora per qualche anno. So che fino a quando correrà in MotoGP non avrà un suo team nella stessa categoria” aggiunge il manager francese che non ha dubbi su cosa accadrà tra qualche anno. “C’è contratto tra Dorna e i team e dice che fino al 2021 ci saranno 24 moto in griglia. Valentino, un giorno, avrà un suo team in MotoGP con la Yamaha, questo è certo”. Infine un commento su anche Jorge Lorenzo: “Zarco mi dice sempre: ‘Tutto quello che faccio è imitare Lorenzo, era il maestro della Yamaha’. Jorge sarà veloce in Qatar e lotterà per il titolo nel 2018”.