La gara del Bahrain ha fatto esplodere la stella di Charles Leclerc: il pilota della Ferrari, nonostante la vittoria sfumata a causa di un corto circuito che ha rallentato la sua SF90, ha dimostrato un talento fuori dal comune diventando il più giovane poleman della storia Ferrari e attirando gli sguardi del mondo intero facendo salire la sua popolarità alle stelle.

Charles Leclerc – Getty images
in foto: Charles Leclerc – Getty images

Per Rivola sarà campione del mondo

Una sorpresa per la maggior parte dei non addetti ai lavori, ma Massimo Rivola, che lo conosce bene per averlo avuto alle sue dipendenze nel periodo trascorso a Maranello, era già sicuro che il suo arrivo a Maranello avrebbe cambiato gli equilibri della Formula 1. L'ex capo della Ferrari Driver Academy e oggi CEO di Aprilia Racing, infatti, non ha mai avuto dubbi sul talento di Leclerc tanto da pronosticare per lui una stagione di successo.

Vedere il motore che lo ha tradito a dieci giri dalla fine a Sakhir è stata una mazzata; gli ho detto di vedere il bicchiere mezzo pieno, perché il mondo intero si è reso conto di come sia nata una stella. Io lo sapevo già, ma sono di parte. Credo che finalmente se ne sia resa conto anche la Ferrari e spero non prenda più una decisione come in Australia – sono state le sue parole alla Gazzetta dello Sport -. Vettel lo soffre? È la storia di Sebastian a dire che è probabile. Ma la verità è che chiunque soffrirà Charles. L’unico, per me, ad avere una caratteristica che appartiene ad Alonso: la fame. Lui vuole vincere e ha dalla sua il vantaggio di farlo con innocenza e quel sorriso disarmante.

Leclerc, quindi, è destinato a un futuro di successo figlio del suo talento naturale e di quella fame che, per chi lo conosce bene come Massimo Rivola, lo accomuna a Fernando Alonso, pilota capace di vincere due titoli mondiali battendo Michael Schumacher. Un paragone importante quello speso dall'ex direttore della Ferrari Driver Academy che si sbilancia anche su una previsione ottimistica in vista del mondiale 2019: "Per me il Mondiale lo vince Charles" ha ammesso. Una responsabilità importante per il giovane monegasco che, prima di puntare al bersaglio grosso, vuole continuare a stupire già nel GP della Cina.