Thomas Luthi / Getty Images
in foto: Thomas Luthi / Getty Images

Brutta tegola per Thomas Luthi che sarà costretto a saltare gara e test a Valencia. È infatti più serio del previsto l’infortunio che il pilota svizzero ha rimediato nelle qualifiche del Gp di Malesia e che lo ha costretto a saltare la gara di Sepang, lasciando il titolo della Moto2 nelle mani di Franco Morbidelli. Nell’incidente Luthi ha riportato una frattura alla caviglia sinistra per la quale si è resto necessario il ricorso all’intervento chirurgico con l’inserimento di due viti a compressione. Il veterano svizzero sarà quindi costretto a saltare anche l’ultima gara in calendario e, allo stesso tempo, i due giorni di test MotoGP che si terranno il 14 e 15 novembre sempre al Ricardo Tormo. Luthi, che dalla prossima stagione affronterà il salto di categoria con il team Marc Vds, dovrà quindi attendere il 2018 per completare i suoi primi chilometri sulla Honda RC213V.

Rimandato il debutto in MotoGP

Sfortunatamente non potrò correre la mia ultima gara in Moto2 sulla mia Kalex a Valencia. Spero di iniziare il programma di riabilitazione al più presto per tornare il prima possibile su entrambe le gambe” ha scritto Luthi su Instagram, ringraziando i suoi fan per i tanti messaggi di pronta guarigione ricevuti negli ultimi giorni. Morbidelli sarà quindi il solo pilota del team Marc Vds a prendere parte al primo test ufficiale del precampionato 2018. Dalla prossima stagione la struttura belga avrà infatti una line-up completamente rinnovata ma l’attuale campione del mondo Moto2, durante il suo primo test in top class, non potrà confrontare i dati con quelli del suo nuovo compagno di squadra. Al momento per Luthi si parla di sei settimane di recupero che, visto anche il divieto di effettuare test privati a partire dal 1° dicembre, costringeranno  il 31enne svizzero già campione del mondo 2005 in 125cc, ad attendere i primi test di fine gennaio per il suo debutto in MotoGP.