Mick Schumacher chiude con il secondo tempo il primo test con la Ferrari in Bahrain. Il figlio di Michael Schumacher, al debutto al volante della SF90, la vettura che in questo 2019 è affidata a Sebastian Vettel e Charles Leclerc, ha completato 56 tornate, la migliore delle quali in 1’29.976, dietro solo a Max Verstappen che nel finale lo ha scavalcato soffiandogli la prima posizione (1’29.379).

Mick 2° all’esordio con la Ferrari

Il 20enne figlio del sette volte campione di Formula 1, approdato nella Driver Academy del Cavallino lo scorso gennaio e impegnato in Formula 2 con il team Prema, ha destato un’ottima impressione al suo primo contatto con la Rossa. Per Mick, nella seconda giornata di test di mercoledì 3 aprile, ci sarà l’Alfa Romeo mentre sulla Ferrari tornerà Sebastian Vettel.

Mick Schumacher al volante della Ferrari
in foto: Mick Schumacher al volante della Ferrari

Mick è arrivato al box intorno alle 8:40 locali e dopo aver indossato casco e guanti ha iniziato a prendere confidenza con i comandi della monoposto numero 29. Sotto gli occhi attenti di mamma Corinna, prima della pausa pranzo ha completato circa 30 tornate. Con la pioggia che ha caratterizzato parte del pomeriggio, Mick è tornato in azione nella seconda parte della giornata, migliorando il proprio personale a pochi minuti dalla fine della sessione.

I tempi sono stati chiaramente più alti rispetto a quelli del weekend, con Lando Norris su McLaren con il terzo tempo (1’30.800) davanti alla Haas di Romain Grosjean (1’30.982) e alla Toro Rosso di Alexander Albon (1’31.089). Il più attivo di giornata è stato invece il campione in carica della Mercedes Lewis Hamilton con 77 tornate e il sesto tempo (1’31.156). In pista anche Fernando Alonso: 64 giri per il campione asturiano, 11° sulla McLaren MCL34 destinata allo sviluppo delle gomme Pirelli.