La terza giornata di test sulla pista di Barcellona è stata quella delle sorprese: con le big – Ferrari e Mercedes – a lavorare soprattutto su passo e affidabilità, sono state le altre a movimentare l'intera giornata di prove sul tracciato catalano. A spuntarla, alla fine, Daniil Kvyat con la Toro Rosso che ha fatto meglio dell'Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen, capace di mettersi a guidare il gruppo alla pausa pranzo.

La Toro Rosso di Daniil Kvyat – Getty images
in foto: La Toro Rosso di Daniil Kvyat – Getty images

Kvyat e Raikkonen si prendono la scena

Una giornata di gloria per l'ex collaudatore Ferrari; a prendersi la luce dei riflettori è Kvyat che porta la Toro Rosso in testa con il miglior giro chiuso in 1:17.704 A rinfrancare più ancora del tempo, però, è il motore Honda che, dopo il periodo nerissimo vissuto con la McLaren, sembra adesso aver risolto i problemi candidandosi a un ruolo da protagonista. Alle spalle della scuderia faentina ecco l'Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen con il finlandese a chiudere in testa alla pausa pranzo e impegnato al pomeriggio soprattutto sui long run. In cerca di gloria anche la Renault che nel finale si prende il podio virtuale grazie a Daniel Ricciardo.

Ferrari lavora sul passo gara e aerodinamica

E la Ferrari? Dopo gli exploit delle prime due giornate, con Vettel e Leclerc ad occupare stabilmente la prima posizione, la Rossa si è concentrata su affidabilità e passo gara tanto da raggiungere i 2mila chilometri totali finendo con circa trenta minuti di anticipo la propria giornata di lavoro lasciando il tedesco con il quarto tempo. Quello che colpisce della nuova SF90, però, è la facilità con la quale la Rossa riesce ad esprimere il proprio potenziale. Per il tedesco anche prove aerodinamiche con due ali che hanno fatto la loro comparsa sull'alettone posteriore, utili per trasmettere dati che verranno poi esaminati dai tecnici in vista del debutto di Melbourne, e rastrelli per studiare i flussi d'aria. Ancora indietro la Mercedes con i due piloti a scambiarsi il volante alla pausa di metà giornata, ma ancora nelle retrovie. Si vede in pista anche la Williams che ha esordito solo oggi con George Russell.