Max Verstappen e Lewis Hamilton – Getty images
in foto: Max Verstappen e Lewis Hamilton – Getty images

Irriverente e spesso al limite, sia in pista che fuori: Max Verstappen è uno dei personaggi più discussi – e anche più amati – della Formula 1 proprio per il suo carattere che, a volte, lo porta a strafare: famoso per le sue manovre al limite, proprio a causa delle quali è spesso finito nel mirino della critica, l'olandese nell'ultima stagione ha dimostrato di essere maturato portando a casa risultati importanti, ma cedendo ancora al proprio carattere, come quando spintonò Ocon dopo il GP del Brasile per una manovra del francese, fatto che gli è costato due giorni di lavori socialmente utili alla FIA.

L'olandese lancia la sfida al campione del mondo

Se in pista il giovane talento della Red Bull sembra essersi calmato, lo stesso non può dirsi per quanto riguarda le dichiarazioni lontano dai circuiti; Verstappen, infatti, è salito alla ribalta anche per essere spesso controcorrente, mai banale anche davanti ai microfoni. Stavolta l'olandese ha deciso di punzecchiare Lewis Hamilton, il campione del mondo in carica, giudicando i suoi successi frutto non solo del suo talento, ma arrivati soprattutto grazie a una macchina superiore a tutte le altre.

Per lui è più facile che per me, ha potuto sempre contare su una super macchina e il suo compagno di squadra era assente. Quando tutta una scuderia spinge per te, è ovviamente molto più semplice. Se poi aggiungiamo una monoposto valida allora diventa ancora più facile – sono state le sue parole a Ziggo Sport -. Hamilton non è il migliore, ha solo la macchina più competitiva. Era pronto già al suo debutto solo perché aveva una buona macchina, poi ora ha meno pressione con la squadra che lavora tutta per lui.

Il mondiale di Formula 1 è fermo in vista della prossima stagione, ma ad accendere i riflettori su quella che potrebbe essere una delle sfide del 2019 ci ha pensato il giovane olandese che, il prossimo anno, spera di entrare nella lotta con l'inglese e Sebastian Vettel per il titolo di campione del mondo. Un attacco diretto al campione che, al netto di una macchina effettivamente molto valida, ha dimostrato, soprattutto nel 2018, di non sbagliare praticamente nulla vincendo il suo quinto titolo mondiale ed eguagliando Jun Manuel Fangio. La sfida è lanciata, sarà la pista a stabilire se l'allievo Max Verstappen – insieme alla sua Red Bull – è già pronto per battere il maestro.