Sebastian Vettel – Getty images
in foto: Sebastian Vettel – Getty images

"Ci aspettiamo che questa pista non sia particolarmente favorevole alla nostra vettura, pur essendo consapevoli che a ogni gara gli equilibri sono diversi e a volte inaspettati" aveva dichiarato il team principal Mattia Binotto, ma la Ferrari, a Silverstone, non ha nessuna intenzione di partire battuta in partenza e anzi proverà, grazie anche alle novità aerodinamiche portate sulla pista inglese, a dare del filo da torcere alla Mercedes replicando la vittoria della passata stagione.

Vettel non vede la Ferrari favorita a Silverstone

Il ricordo del successo di Sebastian Vettel nel 2018, con quel "a casa loro" gridano via radio subito dopo aver tagliato il traguardo per primo, è ancora vivo e gli uomini di Maranello sognano di rivivere una giornata simile che vorrebbe dire conquistare il primo trionfo di una mondiale fin qui avaro di soddisfazioni per la scuderia italiana. Un desiderio che però, sul tracciato inglese, si scontrerà con la realtà visto che secondo il quattro volte campione del mondo è ancora la Mercedes ad avere il ruolo di favorita.

Attualmente è chiaro che non siamo i favoriti anche se l'ultima gara non è stata male per noi. Non ho motivo per non credere nel titolo, ma in questo momento non è il mio primo pensiero. Per poter cambiare idea abbiamo bisogno di un pacchetto migliore perché quello attuale non è abbastanza per sfidare gli altri. – ha dichiarato in conferenza stampa il tedesco -. E' stata una stagione con alti e bassi fino ad ora, dobbiamo andare in pista e vedere che sensazioni ci dà la macchina. Questa è una pista divertente, è stata riasfaltata e sarà una nuova sfida. Nelle prossime tre gare quante vittorie posso cogliere? Tre o forse nessuna. Credo che dovremo vedere come andranno le cose. L'obiettivo principale è quello di mettere i pezzi giusti sulla macchina per progredire e cercare di avere meno oscillazioni di rendimento, soprattutto verso il basso.

Leclerc: "Mercedes sarà di gran lunga la più forte qui"

Chi ha voglia di riscatto, però, è soprattutto Charles Leclerc che, dopo la vittoria sfumata in Austria per il sorpasso al limite subito da Verstappen, torna sull'episodio che ha fatto molto discutere: "Preferisco vincere in pista, la vittoria è la cosa che voglio più di ogni altro. Quello che mi interessa, però, è capire cosa si può fare in pista; in passato ci sono stati episodi meno gravi puniti con più severità, ma se si può lottare ruota a ruota a me va bene e sono il primo ad essere contento. L'importante è che sia chiaro per tutti", le sue parole. Poi sulla gara di domenica: "La macchina sta andando meglio, ho migliorato il mio approccio in qualifica ma dobbiamo ancora trovare un po' di velocità. Potrebbe esserci una sorpresa, ma supponiamo che la Mercedes sarà di gran lunga la più forte qui" ha concluso il monegasco.