Quello di Singapore è stato un venerdì a due facce per la Ferrari: se nella prima sessione le due Rosse si erano accodate alle Red Bull, nella seconda è salito in cattedra Kimi Raikkonen che ha stampato il miglior tempo precedendo il campione del mondo in carica Lewis Hamilton. Di contro, però, a preoccupare leggermente la scuderia del Cavallino c'è l'errore di Sebastian Vettel che ha toccato il muro con entrambe le ruote di destra finendo per danneggiare la sua SF71H e chiudendo in anticipo la sessione.

Sebastian Vettel – LaPresse
in foto: Sebastian Vettel – LaPresse

Una sbavatura per il tedesco che non comprometterà la qualifica così come la gara, ma l'ennesima piccola imprecisione di una stagione che rischia di complicarsi ulteriormente se sul tracciato di Marina Bay non riuscirà a rosicchiare punti al britannico della Mercedes, perfetto fino ad ora e capace di accumulare vantaggio fino ad arrivare agli attuali 30 punti in campionato in più rispetto al pilota della Rossa. Nonostante la chiusura anticipata a causa del "bacio" contro il muro, però, Vettel non sembra essere preoccupato in vista della gara.

Ho dato più di un bacio al muro quindi per precauzione ci siamo fermati. Abbiamo perso tempo, ma ho avuto buone sensazioni. Conosco la pista e la chiave sarà trovare il giusto bilanciamento, ma penso che andrà bene – ha dichiarato ai microfoni di Sky -. I dati raccolti da Kimi saranno molto importanti, anche se siamo così avanti nella stagione che non è un dramma perdere tempo in pista. Non è l'ideale ma è andata così. La macchina è molto buona, in serata abbiamo provato diverse cose. I giri che ho fatto fino al bacio a muro erano buoni anche se non ero del tutto contento. Credo ci sia ancora del potenziale.

Raikkonen: "Faremo del nostro meglio"

Chi sembra vivere un momento magico, al contrario del suo compagno di squadra, è Kimi Raikkonen: dopo la pole position ottenuta a Monza, il finlandese è il candidato numero uno per replicare anche a Singapore. Nonostante l‘addio alla Ferrari a fine stagione, il campione del mondo 2007 non sembra aver accusato il colpo tanto da ripresentarsi a Marina Bay con la stessa voglia dimostrata già nel Gran Premio d'Italia. Come al solito, però, Iceman cerca di smorzare i toni: "Faremo del nostro meglio e vedremo che risultati otterremo. Le cose sono filate lisce oggi e vedremo cosa accadrà domani. Difficile dire adesso se le novità ci hanno aiutato, ho girato con due fondi diversi e non c'è grande differenza. Si cerca sempre di migliorare e se portiamo qualcosa di diverso è perché pensiamo sia migliore", sono state le sue parole.