Fernando Alonso vince la 24 Ore di Le Mans 2018 – Getty images
in foto: Fernando Alonso vince la 24 Ore di Le Mans 2018 – Getty images

L'avventura nel mondiale Wec di Fernando Alonso sta per giungere ai titoli di coda: il campione spagnolo, infatti, dirà addio al campionato endurance dopo la 24 Ore di Le Mans 2019, in programma il prossimo 15 giugno. La notizia era già nell'aria, ma adesso è arrivata anche la conferma ufficiale dello stesso Alonso, pronto a laurearsi campione prima di volgere lo sguardo verso altri traguardi.

Alonso dice addio al mondiale endurance

Un addio quasi annunciato quello del due volte campione del mondo di Formula 1 che ha ottenuto la vittoria alla 24 Ore di Le Mans lo scorso anno e che punta adesso a vincere la 500 Miglia di Indianapolis con la McLaren per agguantare la Tripla Corona, il grande obiettivo di questa stagione. "Mi è piaciuto far parte della scuderia Toyota Gazoo Racing nel WEC ma questo capitolo sta finendo. Vincere Le Mans è stato uno dei momenti più importanti della mia carriera, come parte della sfida per ottenere la Tripla Corona. Non dimenticherò mai il successo che abbiamo raggiunto insieme, come squadra, lo scorso anno. Ora è il momento per affrontare nuove sfide e ci sono molte altre opportunità interessanti da affrontare insieme a Toyota" ha ammesso lo spagnolo nel suo annuncio.

Let’s go for more . New challenge. ✊️ #toyotagazooracing

A post shared by Fernando Alonso (@fernandoalo_oficial) on

L'asturiano non ha mai nascosto come l'impegno nella corsa americana sia prioritario, almeno per il 2019, così come la voglia di affrontare nuove avventure: solamente il mese scorso, infatti, si cimentò al volante della Toyota Hilux – la stessa che vinse la Dakar di inizio gennaio – al fianco di Giniel De Villiers nel deserto del Karoo, in Sudafrica. Proprio la classica nel deserto potrebbe essere la nuova sfida che attende Fernando Alonso: il pilota spagnolo, infatti, ha fatto chiaro riferimento alle opportunità offerte dalla casa giapponese e tutto fa pensare a un impegno proprio in Dakar, suo prossimo obiettivo per tentare di diventare il più grande pilota nella storia delle quattro ruote.