Il parco macchine dell'Arma dei Carabinieri si arricchisce di un'altra vettura dell'azienda torinese. Ai modelli di Panda e Punto in dotazione, la Fiat fornirà ai militari anche la Fiat Tipo cinque porte con motore turbodiesel 1.3 multijet da 95 CV. Destinata all’uso di tenenze e stazioni, la nuova "gazzella" andrà ad aggiungersi anche alle macchine Alfa Romeo Giulietta e Alfa Romeo Giulia e alle straniere Renault Clio, Seat Leon, Jeep Renegade e Subaru Forester. La candidatura della Tipo è dunque sulla scrivania del comandante generale dell'Arma, che nelle prossime ore dovrà valutare la proposta e dare il via libera per l'arrivo della nuova "recluta".

La storia della Tipo

L'ipotesi di un utilizzo del terzo marchio Fiat, era già stato ipotizzato sui social da molti appassionati dov'erano già comparsi alcuni render dell'auto con il colore e il logo del Carabinieri. Premiata come macchina dell'anno nel 1989 e presentata come l'erede della Ritmo, la Fiat Tipo fu prodotta inizialmente in dieci versioni prima di subire un restyling nel marzo 1993 ed esser successivamente sostituita dalla Fiat Bravo/Brava. Il modello in circolazione è nato invece nel 2015 e potrebbe dunque debuttare sulle strade italiane anche con i colori della divisa dei Carabinieri.