Cambio Automatico ZF FCA

Ancora noie per Marchionne e soci negli USA. Secondo uno studio della NHTSA (National Highway Traffic Safety Administration) il cambio automatico ZF montato su numerose vetture del Gruppo FCA risulta poco pratico nell'utilizzo ed in alcuni casi anche pericoloso. Dopo il richiamo della 500L a causa del cambio Dualogic, è nuovamente un automatico a creare problemi. La NHTSA ha avviato un’indagine su circa 856.000 veicoli FCA dopo aver ricevuto diverse segnalazioni. Lo studio coinvolge tre modelli: Jeep Grand Cherokee prodotte tra il 2014 e il 2015, Chrysler 300 e Dodge Charger 2012-2014. Il componente “difettoso” pare essere l’inedita leva del cambio a controllo elettronico che, a detta dei clienti FCA, non funzioni a dovere e risulti poco pratica nell’utilizzo. La NHTSA dichiara di aver ricevuto 314 segnalazioni, di cui 121 includono un incidente e 30 dei feriti.

2015 Chrysler 300C

Secondo i clienti la leva del cambio automatico ZF non restituisce al guidatore un feedback chiaro e spesso non si è capaci di intendere quale marcia è stata inserita. Questo ha causato molti incidenti in quanto, dopo aver parcheggiato la vettura, si tende a lasciare la leva sulla posizione Neutral anziché Park, lasciando praticamente l’auto in folle e senza freno a mano. L’inchiesta per il momento coinvolge solo la leva elettronica ZF ma non è escluso che possa estendersi ad altri sistemi adottati da differenti costruttori. La questione principale non riguarda unicamente l’ergonomia di utilizzo ma le capacità del guidatore medio americano. Negli USA si utilizzano prevalentemente cambi automatici e moltissime persone non conoscono l’esistenza del “terzo pedale” (la frizione). Le trasmissioni automatiche generalmente utilizzano la classica leva con le 5 posizioni PRNDL. Un metodo comodo e assolutamente a prova d’errore: spingi in avanti e l’auto va avanti, spingi indietro e l’auto va indietro, un po’ come la Gaucho Peg Perego.

I costruttori sviluppano costantemente nuove trasmissioni sempre più efficienti sotto ogni punto  di vista ed insieme a nuovi apparati meccanici debuttano nuovi sistemi di comando. Dal selettore rotante a scomparsa di Jaguar fino alla leva dalla sagoma ambigua di Mercedes l’utente americano tende a confondersi sempre più in quanto è sempre stato abituato ad un sistema semplice ed infallibile. Tali problematiche in Europa non si presentano per due semplici motivi:

1. Quasi tutti usano il manuale
2. I comandi del manuale difficilmente cambiano

Ricapitolando, FCA è sotto inchiesta per un problema alla leva del cambio ma il problema non è la leva in sé. Il vero problema risiede in America, dove nessuno capisce come funzioni effettivamente un’auto. Il cambio manuale può apparire ostico all’inizio ma col tempo il pedale della frizione diventa il migliore alleato del guidatore. Sapere quale marcia inserire, utilizzare il freno motore, scalare marcia in salita sono piccole azioni quotidiane che rendono l’europeo medio un guidatore nettamente superiore.

Cari americani, non lamentatevi dei comandi poco intuitivi ma imparate a guidare.