È stata una Sprint Race decisamente meno caotica della manche di ieri ma che ha comunque regalato grande spettacolo a Monte Carlo dove, subito dopo le qualifiche della F1, è toccato ai piloti della Formula 2 tornare in pista per la seconda gara dell’appuntamento nel Principato.

Hubert vince la Sprint Race. 11° Schumacher

A scattare dalla pole, in virtù del regolamento che fa partire in ordine inverso i primi 8 piloti di gara-1, Anthoine Hubert, abile a mantenere il comando della corsa e a non perdere la concentrazione nonostante le tante bandiere gialle esposte durante la gara. 30 tornate durante le quali il rookie francese della BWT Arden ha impresso un gran ritmo per cercare di sottrarsi agli attacchi degli inseguitori, a partire da quelli dello svizzero Louis Delétraz rimasto nella scia del transalpino ma mai riuscito a insidiare il rivale. Il solo tentativo al fotofinish che ha comunque dato ragione all’esordiente francese. Piazza d’onore per l’elvetico seguito dal cinese Guanyu Zhou, terzo alla bandiera a scacchi.

Subito dietro Artem Markelov seguito da Dorian Boccolacci, Sette Camara e Nicky De Vries, vincitore della gara di ieri. Trovano un posto nelle prime dieci posizioni Nobuharu Matsushita, Nikita Mazepin e Nicholas Latifi. Fuori dalla top ten Mick Schumacher che ha provato a lasciarsi alle spalle una gara complicata come quella di sabato ma non è andato oltre l’11° posizione.

Weekend da dimenticare per Luca Ghiotto, squalificato dopo il secondo posto di gara-1 perché sulla sua vettura è stato trovato un tirante dello sterzo non conforme al regolamento e costretto al ritiro nella Sprint Race dopo un contatto con Mahaveer Raghunathan al tornantino. Doppio zero anche per Tatiana Calderon, finita a muro nella bagarre con il vicentino. Gara sfortunata pure per Giuliano Alesi, tamponato nella seconda metà gara dal russo del team Prema Sean Gelael.