Felix Da Costa con la BMW
in foto: Felix Da Costa con la BMW

Formula E, atto secondo: dopo l'esordio in quel di Ad Diriyah, in Arabia Saudita, il mondiale 100% elettrico torna per aprire il 2019 con l'appuntamento di Marrakech. Una gara, quella che si correrà in Marocco, che dovrà stabilire se la vera potenza da battere  è quella a marchio BMW, scuderia vittoriosa all'esordio con Da Costa, o una delle rivali con la DS Techeetah del campione del mondo Jean-Eric Vergne a cercare il riscatto.

Da Costa e Vergne i favoriti, ma non sono escluse sorprese

Sarà la terza volta che si correrà su un circuito semi permanente di 2,99 km che ricorda un otto: saranno dodici le curve previste abbinate a tre lunghi rettilinei, il momento migliore per sfruttare la scia e cercare il sorpasso. L'anno scorso a trionfare fu Felix Rosenqvist che strappò la vittoria dalle mani di Sebastien Buemi, dominatore del fine settimana fino a pochi giri dal termine della corsa. Oltre a Da Costa e Vergne, protagonisti assoluti all'esordio, non sono da escludere sorprese, tratto distintivo della categoria: in cerca di riscatto Felipe Massa, con la Venturi, dopo lo sfortunato esordio, così come Andre Lotterer, Lucas Di Grassi e Stoffel Vandoorne. In pista ci sarà anche Pascal Wehrlein con la Mahindra, probabile prossimo pilota di sviluppo Ferrari, che farà il suo esordio dopo aver saltato la tappa inaugurale a causa del vincolo contrattuale con Mercedes.

Orari e programmazione tv

L'azione in pista sarà concentrata, come sempre, al sabato: il 12 gennaio, infatti, le monoposto scenderanno sul tracciato alle 12 per contendersi la pole position divise in quattro differenti batterie. La gara, poi, che sarà trasmessa da Italia 1, vedrà spegnersi i semafori alle 16; come sempre spettacolo assicurato in pista con sorpassi e colpi di scena fino all'ultimo giro. Lo spettacolo, però, non finirà nella giornata di sabato visto che domenica 13 gennaio ci saranno i test dedicati ai rookie; tra gli altri in pista ci sarà spazio per Arthur Leclerc, fratello minore di Charles, con la Venturi, e due italiani come Antonio Fuoco su Geox Dragon Penske e Raffaele Marciello su HWA.