Il 25 luglio 2018 moriva Sergio Marchionne: il manager italo-canadese, provato dalla malattia contro la quale combatteva, era ricoverato in una clinica svizzera quando ha esalato l'ultimo respiro lasciando un vuoto enorme non solo nel gruppo Fca, che lui stesso aveva creato dando vita allo sbarco nel Nuovo Continente da parte di Fiat, ma in tutto l mondo automobilistico che oggi, a 365 giorni esatti dalla sua scomparsa, ha voluto dedicargli un pensiero.

A suo nome sorgerà una strada

C'è chi, però, ha voluto dare vita a qualcosa di più concreto; in concomitanza della ricorrenza della scomparsa dell'amministratore delegato della Fca, infatti, l'amministrazione comunale di Fossacesia (Chieti) ha deciso che il prossimo 24 agosto, nella zona artigianale di località Sterpari, lungo la strada Provinciale per Lanciano, si terrà la cerimonia di intitolazione della strada al manager abruzzese. Per l'occasione saranno invitati anche i dirigenti della Fiat e della Sevel che potranno assistere alla cerimonia attraverso la quale la strada verrà dedicata alla memoria dell'uomo che, negli ultimi 14 anni, ha riscritto la storia della casa torinese portandola dall'orlo del fallimento a diventare, grazie alla fusione con Chrysler, il sesto gruppo al mondo.

Un omaggio al manager, nato proprio a Chieti, da parte della propria terra d'origine; dopo che il Cern di Ginevra ha deciso di dedicargli l'auditorium del Science Gateway, il nuovo centro per l'educazione e la divulgazione delle scienze che sarà realizzato su progetto dallo studio di architettura Renzo Piano Building Workshop, arriva anche la dedica della regione Abruzzo che, attraverso l'amministrazione comunale di Fossacesia intitolerà una strada a una delle figure più importanti non solo del panorama automobilistico mondiale, ma dell'intera finanza internazionale.