Jorge Lorenzo, 32 anni, al box Honda / Getty
in foto: Jorge Lorenzo, 32 anni, al box Honda / Getty

Hahaha! Jorge Lorenzo non è uno di quei piloti che condisce ogni frase con una risata ma, dal ritiro svizzero al quale è costretto dalla frattura alla sesta vertebra dorsale rimediata ad Assen, il maiorchino non può che sorridere sapendo che, nonostante la sua assenza al box e abbia un contratto firmato con la Honda fino al 2020, il suo il nome resti comunque il più chiacchierato del paddock.

Lorenzo-Ducati, salta il rientro

Ma davanti alle ultime voci che volevano un suo rientro in Ducati sostituendo Jack Miller in Pramac, nel sabato delle qualifiche della MotoGP in Austria il cinque volte campione avrebbe alzato il telefono e chiamato il team manager HRC, Alberto Puig, per informarlo della sua intenzione di rimanere con la squadra. Al momento, l’obiettivo del maiorchino è quello di recuperare al meglio dal brutto infortunio e poter tornare a correre a Silverstone, come ammesso da lui stesso sui social. “Ho completato il mio primo allenamento in bici dopo due mesi. Spero che di essere nuovamente in moto a Silverstone” dice Jorge in un video pubblicato su Instagram, dopo la sgambata sul Monte Brè, vicino a Lugano.

Ma Miller non firma il rinnovo

La decisione di Lorenzo, riporta Autosport che ha appreso della telefonata, avrebbe dovuto sancire definitivamente la posizione di Miller, il cui rinnovo era stato ritardato dal potenziale interesse di Lorenzo. Un accordo che, dopo Brno, è stato definito in tutti i suoi particolari, una moto 2020 come quella di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci, durata un anno e ingaggio intorno al mezzo milione di euro. Secondo quanto risulta a Gazzetta dello Sport, Miller avrebbe però rifiutato il rinnovo. “Pare infatti che dopo lo scoppio dell’affaire Lorenzo – si legge sulla rosea in edicola – al manager di Miller, Aki Ajo, sia arrivata una proposta da parte di KTM per andare a sostituire nella prossima stagione nel team ufficiale Johann Zarco”.

Jack Miller, 24, con il pilota KTM Johann Zarco, 24 / Getty
in foto: Jack Miller, 24, con il pilota KTM Johann Zarco, 24 / Getty

Di certo, un’uscita di Miller riaprirebbe alla già chiacchierata ipotesi di un salto di Alex Marquez in MotoGP con la squadra di Paolo Campinoti. I colloqui intercorsi tra il manager dei due fratelli Marquez, Emilio Alzamora, e il responsabile del box satellite Ducati, Francesco Guidotti, sono stati più volte confermati dai diretti interessati. “Ci siamo incontrati per capire se c’era la possibilità, e abbiamo altri incontri in programma” ammetteva Guidotti dopo la gara di Le Mans. Miller, che fino al rinnovo di Petrucci ha sperato in una promozione nel team Ducati ufficiale, potrebbe “decidere e scegliere di andare via. Per questo dobbiamo essere pronti e capire lo scenario generale”.