Secondo turno di libere ad Assen e ad occupare le prime due posizioni sono due Yamaha, con Maverick Vinales e Fabio Quartararo a piazze invertite rispetto al mattino, i soli due piloti a scendere sotto il muro dell’1’33 in questa prima giornata di libere del GP d’Olanda.

Vinales si prende il venerdì, Rossi nei dieci

Il TT circuit di Assen si conferma una pista amica della Yamaha, con il ‘Top Gun’ riuscito a fermare il cronometro in 1’32.818, sfiorando il record del 2015 di Valentino Rossi (1'32.627) e precedendo la M1 di Quartararo e la Ducati di Danilo Petrucci che si è assicurato un buon terzo tempo davanti al compagno di squadra Andrea Dovizioso.

Quinto tempo per Alex Rins, seguito da Andrea Iannone, Marc Marquez, settimo e primo pilota Honda, il solo in pista a difendere i colori del team ufficiale dopo l’incidente di Jorge Lorenzo al mattino. Dal box del maiorchino non arrivano invece buone notizie dopo i controlli medici a cui è stato sottoposto all’ospedale di Assen e che hanno rivelato la presenza di una frattura alla sesta vertebra dorsale. A trovare un posto nei dieci anche Joan Mir con l’altra Suzuki, seguito da Valentino Rossi e Cal Crutchlow, rispettivamente in nona e decima piazza. Subito fuori Pecco Bagnaia, 11°, come anche Franco Morbidelli, 14°.

Classifica dei tempi MotoGP

Prove libere 2 GP Olanda, Assen 28/06/2019