in foto: Valentino Rossi e Marc Marquez / Getty Images

Archiviato il campionato del mondo MotoGP 2017 con Marc Marquez iridato per la sesta volta in carriera, è già tempo di pensare al 2018 e alle mosse di mercato che interesseranno i big del mondiale con contratto in scadenza. Da Valencia, dove i piloti della classe regina sono tornati in pista per due giorni di test inaugurando ufficialmente la prossima stagione, oltre a debutti in top class, esordi sulle nuove moto e prime novità in vista del nuovo anno, arrivano infatti clamorose indiscrezioni sul 2019 dei protagonisti della MotoGP, a partire dal futuro di Valentino Rossi che nel 2018 dovrà decidere se continuare a correre per uno o due anni oppure annunciare il ritiro. La risposta, attesa dagli oltre 22 milioni di tifosi che lo seguono tra Facebook, Instagram e Twitter, dovrebbe arrivare nel periodo del GP d’Italia al Mugello ma non è detto che, visti i nuovi scoop, il campione di Tavullia non decida di ufficializzare prima del previsto la sua decisione.

"Rossi ha già firmato, resta fino al 2019"

Diversamente da quanto anticipato a Phillip Island da l’insider Bruscolini che, citando fonti “amiche”, aveva ipotizzato il passaggio di Andrea Dovizioso alla Yamaha e un ruolo di collaudatore per Rossi, a svelare lo scenario del 2019 è Carlo Pernat, manager di alcuni dei più grandi piloti della storia da 40 anni nel paddock del Motomondiale. “Le vere sorprese cominceranno in primavera, col mercato dei campioni per i 2 anni successivi: Marquez in Ducati o Ktm, Valentino alla Yamaha fino al 2019, Vinales al posto di Marc” è la sintesi fatta dal manager genovese che, intervistato da La Repubblica, ha rivelato impensabili colpi di scena.

Rossi ufficialmente ha ancora un anno con i giapponesi, ma mi risulta abbia già firmato un pre-contratto con la benedizione di Ezpeleta – dice Carlo Pernat – Marquez sono tre stagioni che fa gli straordinari con la Honda: basta, vuole la moto più veloce. La Ducati sarebbe perfetta, da Borgo Panigale lo avevano già contattato prima di virare su Jorge Lorenzo. Però non credo che Audi sia disposta a tirar fuori di nuovo tanto denaro, dopo quello speso per Jorge. Così alla fine Marc potrebbe finire alla Ktm, se la moto farà progressi: Mateschitz, il proprietario della Red Bull, è disposto a spendere 20 milioni l'anno per averlo”.

"Vinales al posto di Marquez. Dovi ducatista a vita solo se…"

La sella di Marc Marquez potrebbe essere ereditata dal ‘Top Gun’ Maverick Vinales che, come gli altri big, vedrà scadere il suo contratto alla fine della prossima stagione: “Entro luglio i giochi saranno fatti. È un mosaico di tessere: sposti Marquez dalla Honda e al suo posto ci metti Viñales, se Maverick continua a non farsi ascoltare in Yamaha. Anche Pedrosa potrebbe lasciare per Suzuki, Ktm, Aprilia. Zarco resterà coi connazionali della Tech3: ma gli daranno una Yamaha ufficiale. Dovizioso ducatista a vita: a patto che gli ritocchino il contratto". Infine, sul ‘Morbido’ Franco Morbidelli che, centrato il titolo in Moto2, dal 2018 si troverà a battagliare in MotoGp contro anche il ‘maestro’ Rossi con cui si allena al Ranch insieme agli altri piloti della Vr46 Academy ha concluso: “Morbidelli grande sorpresa? Glielo auguro, ha un grande talento. Ha vinto un mondiale, ma la Moto2 era orfana dei migliori. Valentino dice che è bravo, mi fido di lui”.