Graziano Rossi
in foto: Graziano Rossi

"Si ritira o no?";  il vero tormentone estivo della MotoGP è quello che riguarda il futuro di Valentino Rossi con il pilota italiano che attraversa il momento peggiore, almeno dati alla mano, della sua carriera. Quella 2019 è fino ad ora la sua migliore stagione: il pesarese, arrivati a questo punto del mondiale, mai aveva totalizzato così pochi punti, ma a preoccupare i tifosi del Dottore non è tanto il ritardo da Marc Marquez, vero e proprio cannibale in grado di accumulare punti di vantaggio su ogni avversario quanto il sesto posto in classifica, un piazzamento che non rende onore al talento di Rossi.

Papà Graziano scommette sul ritorno del Dottore

A complicare ulteriormente le cose ci hanno pensato prima i 3 ritiri consecutivi collezionati tra Mugello a Assen e poi le parole di Lin Jarvis, direttore sportivo della Yamaha, che ha ammesso come il futuro della casa di Iwata non dipenda più dal pilota di Tavullia aprendo così al ritiro del Dottore. A tranquillizzare tutti sul ritorno ad alti livelli di Rossi, però, è intervenuto il padre Graziano che ha sottolineato come il numero 46 sia ancora in ottima forma e pronto per tornare sul podio.

Io vorrei vederlo correre per sempre. E’ in gran forma fisica e questo non lo dico solo io, lo ripetono anche tutti quelli che gli sono vicini. Non è giù di morale; magari è preoccupato, questo sì, perché indubbiamente ci sono stati dei problemi negli ultimi tempi però non per questo è demotivato, anzi. Non lo è mai. E di solito quando è giù per qualche motivo non va più piano, è l’esatto contrario – ha dichiarato ai microfoni della Gazzetta dello Sport -. C’è stato un momento in cui Vale e la sua squadra sono rimasti senza direzione. Mi riferisco alla messa a punto di una moto che già di per sé è abbastanza complicata. Non è un mistero: tutti sanno che la Yamaha è la più lenta tra le moto attualmente in pista, sia in quanto a velocità di punta sia per accelerazione. E quindi la messa a punto è la chiave, per cercare di recuperare nel misto e nel guidato quel che si perde in rettilineo. Ora è tutto risolto. E non significa che ci saranno dei cambiamenti nel gruppo. Sono sicuro che già a Brno, il 4 agosto, Vale sarà al suo 80% e che dal GP successivo potrà ricominciare a lottare per il podio

Rossi, quindi, dopo aver ricaricato le pile grazie alle meritate vacanze insieme alla fidanzata Francesca Novello, tornerà regolarmente in pista a Brno per cercare di raddrizzare una situazione complicata; il podio manca dallo scorso 14 aprile, la vittoria addirittura dal GP d'Olanda del 2017 ma il pesarese, secondo papà Graziano, è di nuovo pronto per lottare al vertice sperando di essere lì davanti con i migliori per dimostrare che, nonostante i 40 anni suonati, il talento non ha età.