La MotoGP arriva al Sachsenring per il Gp di Germania, nono round e ultima tappa prima della pausa estiva del mondiale. Vigilia del weeekend particolare per Dani Pedrosa che prima del consueto incontro dei piloti con la stampa, ha annunciato in una conferenza stampa straordinaria il suo ritiro dalle corse dopo 18 stagioni nel Motomondiale, due titoli iridati in 250 e uno in 125 e almeno 54 vittorie, di cui 31 in top class.

Marquez: "Devo tanto a lui"

So che erano tutti davanti alla tv a guardare la conferenza stampa” ha premesso Marc Marquez, il primo a prendere la parola. “Dani è uno dei piloti più importanti della categoria MotoGP. Ha dedicato tutto se stesso a questo sport, è il mio compagno di squadra e vorrei ringraziarlo. È sicuramente uno degli eroi, un eroe per tutti i ragazzini che crescono nell’ambiente del motociclismo e che si ispirano alle nostre gesta. È stato veramente un grande, ho condiviso con lui il paddock e grandi momenti, ed è sempre difficile capire le motivazioni di un ritiro, ma alla fine ci arriveremo tutti. Devo tanto a Pedrosa, voglio ringraziarlo, è stato sicuramente uno dei migliori piloti e, come ha detto anche Carmelo – Ezpeleta, ceo di Dorna, che è intervenuto durante la conferenza stampa di Pedrosa, ndr – sarà ed è una leggenda della MotoGp, ed è stato un davvero un piacere essere il suo compagno di squadra”.

Rossi: "Perdiamo uno dei migliori piloti”

È toccato poi a Valentino Rossi dire la sua sulla decisione di Pedrosa di dire addio a fine stagione: “È un grandissimo peccato per la MotoGP. Il nostro sport perde uno dei migliori piloti degli ultimi anni. Ed è anche un grandissimo peccato che Dani non sia mai riuscito a vincere un campionato del mondo in MotoGp perché penso che se lo meritasse” ha ammesso il pesarese. “Forse è presto per dirlo, ma penso che questa scelta probabilmente sarà la scelta giusta. In verità non me l’aspettavo” ha aggiunto il Dottore. “Pensavo che continuasse a correre nel team Yamaha ma evidentemente ha cambiato idea, ha preso una decisione e ci ha pensato su molto. È una grande perdita per tutti noi”. Pensiero condiviso anche da Maverick Vinales: “Dani è sempre stato un punto di riferimento, abbiamo un buonissimo rapporto con lui ed è uno dei migliori piloti che abbia mai conosciuto. Gli auguro tutta la fortuna del mondo e, come ha detto Valentino, è davvero un peccato aver perso un rivale così grande, è una sua scelta. Voglio congratularmi con lui per tutto quanto”.

Dovizioso: "Ho provato a imparare da lui"

A dividere il box HRC con Pedrosa anche Andrea Dovizioso che ha ricordato come è nato il rapporto con lo spagnolo e gli anni trascorsi insieme al box da ex compagno di squadra: “Dani è stato un pilota che ha lottato in ogni condizione, io sono arrivato nel mondiale anni dopo e ricordo benissimo una gara al Mugello, nel 2001 – dice il forlivese – Aveva iniziato a piovere e non avevo nessun tipo di esperienza. Eravamo gli ultimi ed eravamo in fondo alla classifica perché non eravamo molto esperti e tanto lenti in quel periodo. Dani è stato il mio compagno di team ed è stato sempre un po’ più veloce di me in un certo periodo, ho provato a imparare un sacco di cose da lui, dal suo talento, dal suo stile, dal modo in cui lavorava durante il fine settimana, e per me è sempre stato un grande esempio, un grande punto di riferimento per moltissimo tempo. È bello vedere come ha elaborato la sua scelta, perché un giorno tutti arriveremo a prendere questa decisione, e se lui pensa che questo sia il momento giusto per fare questa scelta ed è contento, allora lo siamo anche noi”.