in foto: Valentino Rossi e Franco Morbidelli durante l'allenamento al Ranch di Tavullia / Facebook

La gamba fa “ancora un po’ male”. Così Valentino Rossi che non ha resistito al richiamo del Ranch dopo lo stop per la frattura di tibia e perone della gamba destra. Prima di partire per il Giappone dove, da venerdì sarà in sella alla sua M1, il pesarese è tornato ad allenarsi sul suo sterrato alle porte di Tavullia.

Rossi: "Un po' di dolore ma mi sono divertito"

Sabato al Ranch a ormai quasi 40 giorni dall’incidente con la moto da enduro, come sempre insieme ad alcuni piloti della Vr46 Riders Academy. “È stato bellissimo tornare al Ranch ieri, mi mancava un sacco. Ho ancora un po’ di dolore alla gamba ma mi sono divertito” ha scritto il nove volte campione sui social, pubblicando una foto dell’allenamento. Nello scatto, subito dietro, Franco Morbidelli, gioiellino della sua Academy, ormai sempre più vicino al titolo Moto2 e che dalla prossima stagione sbarcherà in MotoGp con la Honda del team Marc Vds.

Tutto pronto per Motegi.

Nelle due settimane di pausa dalla gara di Aragon, Rossi ha continuato il lavoro di fisioterapia e allenamento, per provare a tornare “se non al cento per cento, abbastanza in forma” da poter lottare per il podio. Ultimo allenamento dopo anche quello di giovedì con una Yamaha R1 a Misano, prima del trittico asiatico Giappone, Australia e Malesia che per il Morbido potrebbe già essere decisivo per il mondiale e che Rossi invece affronterà con 56 punti di ritardo quando ormai ne restano solo 100 da assegnare. Quinto ad Aragon, dopo aver saltato la sola gara di Misano, a Motegi Valentino potrebbe mostrarsi un alleato veloce o un rivale difficile da battere per gli avversari ancora in corsa, soprattutto per il compagno di squadra, Maverick Vinales, che con 28 punti di ritardo, gli stessi che lo separano dal Dottore, in Giappone si gioca la possibilità di restare in lotta per il mondiale.

A post shared by valeyellow46 (@valeyellow46) on