Niki Lauda – Getty images
in foto: Niki Lauda – Getty images

Il trapianto di polmone e la successiva influenza, proprio mentre si stava riprendendo dall'operazione, hanno fiaccato il fisico di Niki Lauda, costretto a ricorrere alla cure in una clinica privata, ma non lo spirito del tre volte campione del mondo che, dopo aver raggiunto il traguardo dei 70 anni, non ha nessuna intenzione di mollare.

Niki ringrazia i fan nel giorno del 70° compleanno

L'austriaco, che si sta riprendendo dal periodo complicato, prosegue le cure nella struttura privata che lo ospita e, nel giorno del suo 70° compleanno, ha voluto fare un regalo ai propri fan, ancora preoccupati per le sue condizioni di salute; il tre volte campione del mondo di Formula 1, infatti, ha voluto lanciare un messaggio attraverso la stazione radio ORF O3, nel programma di Claudia Stöckl, per rassicurare tutti coloro che, in questi mesi, si sono interessati alle sue condizioni di salute.

Sono ancora qui, pronto per tornare a tutto gas – le sue parole riportate dai media austriaci – E' stato un percorso un po' accidentato, ma adesso è tutto finito.

L'austriaco non sarà al GP d'Australia

Il peggio sembra quindi essere alle spalle per il campione austriaco che ha festeggiato in compagnia degli amici più stetti e della moglie Birgit. L'austriaco dovrà proseguire le cure alle quali si sta sottoponendo per essere di nuovo al 100% anche se non c'è una data precisa sul suo completo recupero: molto dipenderà dalla risposta del suo fisico, fiaccato dagli ultimi mesi complicati, ma ormai praticamente certo che non potrà essere in Australia per il via della nuova stagione. Un volo così lungo potrebbe essere troppo rischioso per la sua salute e la Mercedes dovrà ancora fare a meno del suo capitano che però ha come obiettivo quello di essere più vicino possibile alla propria squadra, magari già quando la Formula 1, dopo le prime gare, tornerà a correre in Europa. Adesso che il peggio sembra essere definitivamente alle spalle, Lauda è pronto a ripartire scrivendo l'ennesimo capitolo di una vita che sembra infinita.