Alessandro Borghese (Facebook).
in foto: Alessandro Borghese (Facebook).

Di Alessandro Borghese si sa tutto, o quasi. Tra gli chef più famosi del momento, è diventato negli ultimi anni uno dei personaggi più amati della televisione italiana: da “Alessandro Borghese – 4 Ristoranti” a “Alessandro Borghese Kitchen Sound” e “Cuochi d’Italia”, con i suoi show ad alto tasso di simpatia e calorie ha fatto appassionare al mondo della gastronomia Made in Italy milioni di spettatori. Ma non c’è solo la cucina tra le sue passioni: dalla Superbike alla musica rock, dall’amore per i gatti a quello per i tatuaggi, ecco alcune delle curiosità più segrete su Alessandro Borghese e sulle attività a cui si dedica quando non è impegnato sul piccolo schermo e nel suo ristorante AB – Il lusso della semplicità, che si trova nel cuore di City Life a Milano.

Motori e Superbike

Tra le passioni nascoste dello chef di origine napoletana c’è la Superbike, che Alessandro Borghese segue da sempre, riuscendo a trovare il tempo tra una portata e l’altra di non perdere neanche una gara del campionato, che quest’anno verrà trasmesso in diretta e in chiaro su TV8. Un amore, quello per i motori, che Borghese avrà di certo ereditato dal nonno paterno, ex pilota di macchine da corsa, e dal padre Luigi, che aveva una scuderia di motociclette, dove lo chef si divertiva a giocare quando era ancora un bambino.

Rock, tra Led Zeppelin e Vasco Rossi

Molti sanno che la musica preferita di Alessandro Borghese è il rock. Ma sono in pochi quelli che conoscono i suoi artisti preferiti, che sono i Led Zeppelin, i Queen e i Volbeat da un lato e Vasco Rossi dall’altro. Non disdegna neanche l’hip-hop, forse anche grazie al fatto di essere nato in California e di aver frequentato la scuola americana. Da piccolo suonava il sassofono, prima che l’amore per la cucina prendesse il sopravvento. Ad ogni modo, per lui la musica e il cibo sono un binomio praticamente inscindibile.

Gatti e Instagram

Alessandro non è l’unica star di casa Borghese. Oltre alla mamma, l’attrice Barbara Bouchet, e alla moglie Wilma Oliverio, mamma delle sue due bambine, con la quale ha per altro fondato l’AB Normal, società di ristorazione, licensing, produzioni televisive e food consulting, c’è anche Tokyo, il suo gatto rosso, che è diventato una vera e propria celebrità sui social network. Il suo profilo Instagram è seguito da più di seimila utenti. Da lui lo chef non si separa praticamente mai.

Tatuaggi

Un’altra passione dello chef e conduttore televisivo sono i tatuaggi. Ne ha tantissimi, soprattutto sulle braccia, anche se non hanno un vero e proprio significato. Alcuni li ha disegnati lui, perché, come ha dichiarato, “mi piace disegnare, così come faccio sempre per tutti i piatti che cucino, gli impiattamenti, ogni dettaglio. Mi piace immaginarli, progettarli, parto da uno schizzo e poi li finisco con i colori”. Il primo tattoo, un sole, l’ha fatto quando aveva solo 15 anni. “Frequentavo la scuola americana, avevo un sacco di amici di varie culture ed estrazioni sociali, così abbiamo deciso insieme, forse anche come segno di ribellione”, ha raccontato in un’intervista di qualche anno fa.

Semplicità e qualità

Che Alessandro Borghese sia un amante delle cose semplici lo si capisce dal nome che ha scelto per il suo ristorante di Milano, AB – Il lusso della semplicità. Ed in effetti, a chi gli chiede quale sia il suo piatto preferito, non ha dubbi: pollo arrosto e champagne. Un mix di genuinità ed eleganza che lo contraddistingue anche in cucina e che lo rende tra gli chef più apprezzati al momento in tutta Italia.

Articolo sponsorizzato