Il rettilineo del Montmel – Getty Images
in foto: Il rettilineo del Montmel – Getty Images

La stagione di Formula 1 sta per iniziare, il 18 febbraio tutte le scuderie – ad eccezione della Williams, ancora in ritardo con la nuova monoposto – saranno in pista sul tracciato di Barcellona per cominciare i test collettivi 2019. Sarà quindi ancora una volta il Circuit de Catalunya ad ospitare la consueta sessione invernale di prova in vista dell'esordio del mondiale, previsto il 17 marzo in Australia.

Vettel subito in pista, Mercedes alternerà Hamilton e Bottas

Un'occasione importante per tutti i piloti per prendere confidenza con le nuove monoposto cominciando a conoscere le reazioni delle auto che li accompagneranno durante tutto l'anno. Per la Ferrari sarà Sebastian Vettel a portare a battesimo la nuova SF90 con Charles Leclerc, il neo acquisto della Rossa, che guiderà invece nel 2° e nel 4° giorno. Una strategia impiegata anche dalla Red Bull che nell'esordio affiderà la nuova vettura motorizzata Honda alla "prima guida" Max Verstappen con Pierre Gasly che sarà al volante negli stessi giorni in cui ci sarà anche Leclerc. Controcorrente, in questo senso, la scelta della Mercedes che alternerà i due piloti, il campione del mondo in carica Lewis Hamilton e Valtteri Bottas in tutte e quattro le giornate, dividendo il programma di lavoro tra mattina e pomeriggio.

Ricciardo e Raikkonen al debutto con le nuove scuderie

Subito in pista anche i debuttanti – con le nuove scuderie – Daniel Ricciardo e Kimi Raikkonen; mentre l'australiano avrà a disposizione tutte e quattro le giornate, alternandosi con Nico Hulkenberg al volante della sua Renault, l'ex pilota della Ferrari, che nel 2019 correrà con l'Alfa Romeo Racing, girerà nella prima e nella terza giornata cedendo il volante all'italiano Antonio Giovinazzi nella seconda e nella quarta giornata. Dal 18 al 21 febbraio, quindi, le monoposto saranno in pista dalle 9 del mattino alle 18 di sera, con un’ora di pausa pranzo fissata per le 13. Lo scorso anno il miglior tempo fu fatto segnare dalla Ferrari di Sebastian Vettel con il crono di 1:17.182, ottenuto con gomma Hypersoft nella settima giornata.