È stata operata oggi Sophia Floersch, la 17enne pilota tedesca che, nel corso del quarto giro del GP di Macao valido per la coppa del mondo di Formula 3, è stata protagonista di un gravissimo incidente, riportando una frattura alla colonna vertebrale. Uno schianto terribile, dopo un tremendo volo oltre le barriere, sfondando le reti protezione fino all’impatto, violentissimo, contro la torretta che ospita i fotografi e i cameramen al seguito del campionato. In un tweet pubblicato poco prima di mezzogiorno (orario italiano) dall’entourage della pilota, sono arrivati i primi aggiornamenti sull’intervento chirurgico al quale è stata sottoposta nella mattinata all'ospedale Conde S. Januario di Macao, quando l’operazione era ancora in corso. “Lo staff medico sta procedendo con la dovuta cautela, in modo tale da evitare rischi. L’intervento iniziato questa mattina procede senza complicazioni”. Stando a quanto dichiarato dal padre di Sophia, Alexander Floersch, a Der Spiegel, la giovane pilota ha riportato la rottura della settima vertebra cervicale.

"Operazione di 11 ore, nessun danno al midollo"

Nel pomeriggio, il padre di Sophia è tornato a parlare delle condizioni della figlia a Motorsport Magazin, dando la notizia della fine dell’intervento, durato 11 ore. “Secondo quanto riportato dai medici, l’operazione è andata bene”. L’intervento è iniziato alle 12:40 ora locale (quando in Italia erano le 4:20 di notte) ed è durata più di dieci ore, ha confermato il padre della Floersch. Fortunatamente, il midollo spinale non dovrebbe aver subito nessun danno. “Sophia al momento è monitorata nel reparto di terapia intensiva dove trascorrerà la notte”. Oltre alla Floersch sono stati portati in ospedale anche gli altri quattro feriti coinvolti nell’incidente. Il giapponese Sho Tsuboi, il pilota contro cui la Floersch ha impattato, ha accusato alcuni dolori lombari. Lesioni superficiali e una frattura alla mascella, invece, per il commissario mentre i due fotografi hanno riportato una commozione cerebrale per cui rimangono sotto osservazione.

Sophia Floersch, Twitter
in foto: Sophia Floersch, Twitter

La dinamica dell’incidente, come mostrata dai video e dalle immagini diffuse in rete, è stata terribile. La monoposto di Sophia Floersch è letteralmente decollata in aria, finendo per sfondare le reti di protezione fino allo spaventoso schianto contro la postazione dei fotografi. La Floersch aveva perso il controllo della vettura dopo aver messo le ruote sul cordolo interno della curva Lisboa, poi l’impatto contro la vettura di Tsuboi che le ha fatto da trampolino. Cosciente dopo lo schianto, la Floersch “è in grado di ricordare tutti i dettagli dell’incidente – ha aggiunto il padre della pilota – ma non anticiperemo nulla prima delle indagini della Fia”. Domenica la Fia ha infatti aperto un’indagine per “analizzare la situazione e trarre le conclusioni necessarie”. Il presidente della Fia, Jean Todt, su Twitter ha spiegato che “la Fia è stata mobilitata per aiutare le persone coinvolte e analizzare ciò che è successo”.