Nonostante il Motomondiale sia solo agli inizi – domenica si correrà la sesta gara al Mugello – il mercato dei piloti è già in fermento e l'argomento del momento è sicuramente la scelta della Ducati: chi confermare tra Iannone e Dovizioso. Dopo l'approdo di Jorge Lorenzo in Ducati e quello di Maverick Vinales, che ha accettato l'offerta della Yamaha per correre al fianco di Valentino Rossi, un altro tassello sembra andare al posto giusto per comporre il puzzle del 2017. Stando a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, infatti, la Ducati avrebbe preso la sua decisione: fuori Iannone, per il quale sembra probabile l'approdo in Suzuki, in sella rimane Dovizioso. Il forlivese avrebbe quindi vinto il ballottaggio con il rivale, il compagno di squadra di Lorenzo nella prossima stagione dovrebbe essere lui.

Andrea Iannone e Andrea Dovizioso / Ducati
in foto: Andrea Iannone e Andrea Dovizioso / Ducati

Iannone dice "no", Dovizioso accetta al ribasso

Andrea Iannone andrà in Suzuki, è stato il pilota di Vasto a scegliere, precisa Sandro Donato Grosso per Sky Sport

"La Ducati ha messo a budget una grossa cifra, quasi 12 milioni di euro a stagione per Jorge Lorenzo, rivedendo l'ingaggio per il secondo pilota al ribasso, inizialmente a 1 milione e poi si è arrivati a 1 milione e mezzo. Iannone, al quale è stata fatta per prima questa offerta, ha deciso che questi soldi non erano abbastanza, ma soprattutto ha creduto nel progetto Suzuki gestito dai fratelli Brivio, che lo vede protagonista, prima guida e qualcosa di costruito attorno a lui per il futuro. L'offerta al ribasso fatta a Dovizioso, nonostante sul tavolo del forlivese ci fossero le proposte di KTM e Aprilia, è stata accettata dal numero 4 del Motomondiale, che affronterà la sua quinta stagione in Ducati al fianco di Lorenzo".

Adesso non rimane che aspettare le ufficialità che dovrebbero arrivare nella giornata di giovedì.

Crutchlow: "Io terrei Dovi"

Una scelta, quella della Ducati, che non sorprende più di tanto Cal Crutchlow che con la Rossa di Borgo Panigale ha corso nella stagione 2014 collezionando otto ritiri e un podio.

Vorrei continuasse con Dovizioso. Non posso dire se Jorge abbia bisogno di tempo per abituarsi alla Desmosedici, come sarebbe il caso con qualsiasi altro pilota. Forse Jorge ha bisogno di questo tempo… Forse ci vorranno un paio di gare fino a che non troverà la sua velocità con questa moto. Credo che per questa fase Dovizioso sarebbe la scelta migliore. Ripeto, vorrei tenessero Dovi – conclude l’ex ducatista ai microfoni di Speedweek.com -, ma non voglio spiegare i dettagli delle ragioni.

Ovviamente, come sempre in questi casi, nessuna conferma o smentita arriva dalla casa italiana. Bocche cucite, la Ducati non anticiperà nulla fino al Mugello, per il futuro c'è tempo. Ora l'attenzione è rivolta soprattutto al Gran Premio di casa da preparare al meglio, l'obiettivo è salire sul podio di fronte al proprio pubblico risalire in classifica e, perchè no, allontanare le voci di mercato, almeno nel weekend.