Lewis Hamilton, 33 anni / Getty Images
in foto: Lewis Hamilton, 33 anni / Getty Images

Il test di Lewis Hamilton a Jerez in sella a una Yamaha continua a suscitare interesse tra piloti e addetti ai lavori. Nei giorni scorsi ne hanno parlato campioni del calibro di Marc Marquez, Max Biaggi e Jorge Lorenzo, ma soprattutto Valentino Rossi che, in occasione dei 100 km dei Campioni, lo ha invitato al Ranch di Tavullia. Un invito al quale Hamilton ha risposto, dicendo sui social che lo andrà a trovare “il prima possibile”.

Test sulla Mv Agusta Moto2 per Hamilton

Quello del campione della Yamaha non è stato il solo invito per Hamilton dal mondo delle due ruote. Anche Giovanni Cuzari, proprietario del team Forward Racing, ha proposto un test con la Mv Agusta F2 di Moto2. “Dobbiamo organizzarci per un test con la nostra nuova Mv Agusta F2 con Lewis Hamilton” ha scritto sui social mostrando le moto dei piloti Stefano Manzi e Dominique Aegerter. Non è detto che Hamilton non tenga presente questo nuovo invito, senza dimenticare che il nome del cinque volte campione di Formula 1 è già legato a quello della Mv Agusta per cui è ambasciatore del marchio, un ruolo che recentemente lo ha visto impegnato nello sviluppo della F4 LH44, un’edizione limitata della supersportiva di Schiranna che costa quasi 65mila euro.

Hamilton non ha mai nascosto di guardare con un certo interesse i prototipi del mondiale e più volte si è parlato di un suo test su una MotoGP. Una possibilità concreta sembrava poter essere arrivata dalla Yamaha ma tutto è sempre stato rinviato per i diversi impegni professionali e il rischio che un’innocua scivolata possa trasformarsi in qualcosa di più serio. In ogni caso porte aperte per Lewis, tornato ad esprimere il suo apprezzamento per quello che, in più di un’occasione, ha definito lo sport più emozionante e vicino al mondo delle corse. “È diverso rispetto alle auto ma richiede alcune caratteristiche simili come tempo, pazienza, coraggio, agilità e capacità di rischiare – le parole del britannico – Tutti elementi che ne fanno uno sport eccitante”.